mercoledì, 26 settembre 2018

Maurizio Ciaculli rinvia lo sciopero della fame e della sete. Ad annunciarlo lo stesso imprenditore agricolo vittoriese che sul suo profilo Facebook scrive: "avviso che lo sciopero da me indetto per mercoledì 14 marzo è momentaneamente RINVIATO per motivi di salute familiari. Ringrazio tutti gli organi di stampa, gli amici e quanti altri hanno condiviso e mi sono stati vicini". 

L’imprenditore agricolo vittoriese aveva annunciato anche nel corso della trasmissione "Nadir, il pomeriggio di Radio Sole" di voler avviare la più estrema forma di protesta per dire No-aveva spiegato- "all'indifferenza dello stato nei confronti di chi denuncia la criminalità". "Sono deluso, amareggiato- aveva detto - ma non mi voglio ritenere ancora sconfitto dalle pastoie burocratiche e dalla indifferenza di apparati statali che tradiscono le buone ragioni e le forti motivazioni della stessa legge 44/99, nata per tutelare gli imprenditori che denunciano le infiltrazioni. Abbiamo in Italia una buona legge antiracket, ma molti uomini dello Stato la tradiscono e la mortificano, con i loro tempi morti e tentennamenti burocratici lasciando soli gli imprenditori come me che denunciano il racket”.

La protesta, precisa Ciaculli, è stata solo rinviata.

 

 

e-max.it: your social media marketing partner

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

RadioSole LA TESTA MI FA DIRE a cura di Gianni Molè https://t.co/8dA7MTYjOa
14hreplyretweetfavorite
RadioSole LA TESTA MI FA DIRE A CURA DI Gianni Molè https://t.co/Hfn6TKgSv9
RadioSole È quello che abbiamo sempre sostenuto, il syderbullismo parte dagli adulti... https://t.co/HAy8Fivncs

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo