sabato, 20 agosto 2022

Radio Sole News

This is a bridge
This bridge is very long
On the road again
This slideshow uses a JQuery script adapted from Pixedelic

 

02 novembre 2020

 

Un 56enne di Gela, senza moglie né figli e senza l'unico fratello, deceduto prematuramente, pur godendo di buona salute ha voluto preparare la sua ultima dimora, in attesa della dipartita. Così si è iscritto a una confraternita, ha ottenuto il suo loculo dove ha piazzato una lapide in marmo, completata di foto, nome, cognome, data di nascita, lasciando in bianco la data di morte. Non manca l'epitaffio, che ha scritto di suo pugno: un commiato commosso dai propri familiari più intimi, ormai scomparsi, ed un addio alla sua persona a firma dei nipoti, in realtà ignari di quello che lo zio stava facendo. 

Non solo. L’uomo ha scelto di “abbellire” il tutto fin da ora e per questo, da qualche giorno,  ha iniziato a portarsi i fiori ed ammirare da vivo quella che sarà la sua dimora da morto. 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo