domenica, 29 novembre 2020

Radio Sole News

Avviso dal Comune di Vittoria: problemi nella raccolta dell'umido per la giornata di domani
Sicilia zona gialla e Vittoria zona rossa, riflessioni di Piero Gurrieri
"Il cuore ci fa dire", Federica Molè ricorda il padre Gianni su Radio Sole
 
Comiso:avviso per assegnazione fondi ex Insicem a categorie colpite da crisi economica Covid
"Gente positiva in giro a fare shopping", la denuncia del Sindaco di Comiso
Il Questore dispone il respingimento di 25 tunisini sbarcati dalla nave quarantena “Azzurra”

- E' arrivata al porto di Palermo la Nave della legalità, partita da Civitavecchia, con a bordo un migliaio di studenti, provenienti da tutt'Italia. Destinazione l'aula bunker del carcere dell'Ucciardone, per la cerimonia di commemorazione, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, della strage di Capaci, avvenuta 25 anni fa, in cui morirono Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre uomini della scorta.Nel pomeriggio partiranno due cortei che confluiranno all'Albero Falcone: il primo alle 15.45 da via D'Amelio, l'altro dall'Ucciardone alle 16.30. Alle 17.58, ora della strage, verrà osservato un minuto di silenzio. Alle 19, a San Domenico, dove è sepolto Falcone, verrà celebrata una messa.Centinaia di studenti di Palermo e delle altre città della Sicilia hanno accolto al porto di Palermo l'arrivo della Nave della legalità. Ad animare il molo palloncini tricolori, striscioni, cappellini colorati e voci contro la mafia. La ministra Fedeli ha chiesto un minuto di silenzio per i ragazzi morti e feriti nell'attentato di Manchester. "Erano giovani arrivati per sentire la musica, che unisce tutti, e una mano nascosta e violenta li ha uccisi""Con l'assassinio di Falcone e Borsellino - ha detto Mattarella - già allora considerati simbolo e riferimento nella lotta a Cosa nostra, sembrava che, insieme al dolore, prevalesse lo scoramento, che il sacrificio di tante persone, cadute nella lunga lotta alla mafia, si rivelasse inutile. Che la mafia, piegata e sconfitta nel maxiprocesso, si fosse rialzata, prendendosi la rivincita e, con essa, il suo perverso potere. Ma la paura e la sfiducia non hanno avuto la prevalenza. La società civile, a partire da quella siciliana, ha acquisito, da quei giorni, una consapevolezza e una capacità di reazione crescenti; e destinate a consolidarsi nel tempo".

- La Polizia di Gela sta eseguendo dall'alba 12 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di sette adulti e cinque minorenni accusati di spaccio, ricettazione e danneggiamento.L'operazione è stata denominata 'Praesidium' perché gli indagati, secondo l'accusa, avevano trasformato la loro area di spaccio, nel quartiere San Giacomo, spadroneggiando e imponendo a residenti e negozianti, con il terrore, le proprie regole malavitose. A chi si ribellava bruciavano l'automobile o le porte di casa, garage, magazzini.A un abitante del rione hanno incendiato la macchina perché si era permesso di consegnare alla polizia le registrazioni della telecamera di videosorveglianza del suo portone.Le indagini sono iniziate nel luglio del 2016 per concludersi a gennaio del 2017.

- Ha risposto per quattro ore alle domande del gip l'armatore Ettore Morace, arrestato venerdì scorso per corruzione. "Morace ha risposto a tutte le domande fornendo la sua versione sui fatti. Siamo soddisfatti", ha detto il legale del titolare della compagnia di aliscafi Liberty Lines, Giovanni Di Benedetto. Il penalista deciderà nei prossimi giorni se chiedere la scarcerazione del suo assistito al gip o ricorrere al tribunale del Riesame.Secondo l'accusa, Morace, attraverso la rete di rapporti creata alla Regione e con diversi politici locali e nazionali, avrebbe condizionato la politica sui trasporti marittimi fino ad ottenere l'approvazione di un emendamento taglia Iva che gli ha portato un risparmio di un milione e mezzo. Avrebbe anche intascato, grazie a stime gonfiate delle compensazioni regionali, fondi che non gli sarebbero spettati.

- Il gip di Palermo ha archiviato le posizioni di 45 deputati ed ex capigruppo all'Ars coinvolti nell'inchiesta sulle cosiddette spese pazze all'Assemblea regionale siciliane nella precedente legislatura (dal 2008 al 2012).I deputati hanno dichiarato di aver speso i soldi dei gruppi parlamentari per finalità politiche e istituzionali. In alcuni casi non è stato dimostrato, ma non è stato riscontrato dolo.Escono dall'inchiesta l'attuale presidente dell'Assemblea Giovanni Ardizzone, l'ex presidente della Regione Raffaele Lombardo e l'assessore regionale all'Agricoltura Antonello Cracolici.Archiviate anche le posizioni di Roberto Ammatuna e Giuseppe Di Giacomo. Altre 18 posizioni erano state archiviate nel mese scorso.

- Sono stati individuati e arrestati gli autori di una rapina e di una violenta aggressione ad un anziano nelle campagne di Gioiosa Marea dello scorso 15 aprile. Si tratta di Angela Porcaro, di 30 anni, di Termini Imerese e di un diciassettenne di Corleone. I due sono accusati di tentato omicidio e rapina aggravata. L’ultraottantenne stato colpito più volte alle spalle con un bastone, mentre stava mungendo una capra nell’ovile, vicino sua abitazione in contrada Palombaro. L’anziano avrebbe tentato di reagire, ma Angela Porcaro non avrebbe esitato a colpirlo violentemente con delle pietre. I due aggressori avrebbero poi sfilato portafogli e chiavi di casa alla vittima e sono scappati via, lasciando l’anziano ferito a terra con una frattura al cranio. L’anziano ha fornito agli inquirenti una descrizione dettagliata di quanto accaduto. Angela Porcaro è stata portata nel carcere Pagliarelli di Palermo, mentre il diciassettenne è stato condotto all’istituto di custodia per minorenni di Palermo.

- Scoperto un vasto traffico di droga nel quartiere San Cristoforo di Catania. In un negozio di mobili di via della Concordia all’interno di magazzino i carabinieri hanno scoperto circa 30 chili di marijuana, 1,5 chili di hashish, 250 grammi di cocaina con un valore commerciale di 500 mila euro. Arrestato il pregiudicato catanese Mario Guglielmino, 50 anni. I militari hanno trovato gran parte della droga all’interno di uno sgabuzzino, nascosta da mobili e scatoloni insieme al materiale utilizzato per il taglio ed il dosaggio. I carabinieri hanno deciso di perquisire anche l’abitazione dell’uomo, non lontana dal negozio, dove è stata trovata altra marijuana. Guglielmino è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

- Nuovo sfregio alla fontana di Sant'Agata di Catania: dopo essere stata imbrattata con escrementi, è stata danneggiata a colpi di mazza. "I catanesi - ha commentato il sindaco Enzo Bianco - devono essere uniti nel condannare quest'ennesimo, spregevole atto contro la fontana con il bassorilievo di Sant'Agata: il restauro partirà immediatamente e sarà portato a termine in tempi brevi". La fontana risale al Cinquecento e il Comune, ha annunciato inoltre il Sindaco, sta già lavorando per mettere a punto il sistema di videosorveglianza del monumento.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo