giovedì, 24 settembre 2020

Radio Sole News

Area cargo aeroporto di Comiso, pubblicato avviso per la ricerca di operatori economici interessati
Vittoria: Piazza del Popolo, giro di vite della Polizia Locale
Coronavirus in Sicilia, +108 nuovi casi
 
Chef ragusana muore in ospedale, aperta un'inchiesta
Importanti novità per l'ospedale di Gela, sopralluogo del Sindaco e dell'Assessore alla Salute
Situazione Coronavirus a Gela, il punto del sindaco Greco

Due presunti terroristi siriani, un 25enne e un minorenne, sarebbero stati individuati al porto di Pozzallo e fermati dalla Digos perché in possesso di documenti falsi, nei loro cellulari sarebbero state trovate immagini inneggianti all'ISIS. Il 25enne era appena sbarcato dal catamarano e pronto per ripartire, insieme al minore. Sarebbero emersi numerosi contatti tra i due e condivisioni di foto e messaggi compromettenti ora all´esame degli investigatori italiani, in contatto con gli organi di polizia maltesi per ricostruire gli spostamenti dei 2 e capire dov’erano diretti e con quale obiettivo. Il minorenne era arrivato all´hot spot di Pozzallo lo scorso 30 aprile. Poi era stato affidato ad un centro di accoglienza a Caltagirone dal quale si era allontanato pochi giorni fa. Il 25enne, con passaporto maltese, era stato invece più volte registrato in arrivo o in partenza sulla tratta Malta - Pozzallo. 

Ed intanto la nave Gregoretti è arrivata al porto di Pozzallo con a bordo 254 migranti e due cadaveri. Un altro sbarco si sarebbe verificato sabato a Punta Secca, dove una piccola barca è stata trovata a pochi metri dalla riva con indumenti a bordo ma nessuna traccia di persone. A lanciare l'allarme sono stati alcuni cittadini. 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo