lunedì, 03 agosto 2020

Radio Sole News

Panchine vandalizzate a Comiso, dichiarazioni del Sindaco
Migranti in fuga e situazione a Pozzallo e Cifali. Video-denuncia dell'assessore regionale Razza
Nuovo primario di Ortopedia per l'ospedale di Vittoria: è Oscar Cammarata
Giorgio Assenza: La seconda panchina gialla contro l'uso patologico di Internet sarà installata in agosto a Punta Secca
Incidente stradale sulla Ragusa-Marina, ferito un ciclista
 
Migranti, il Governo nazionale vuole creare una tendopoli in Sicilia. L'ira di Musumeci

È una settimana decisamente complicata per l’Asp di Ragusa. La prima doccia fredda, dopo l’annuncio dell’inaugurazione dell’ospedale Giovanni Paolo II fissata per il 26 giugno, è arrivata lunedì, quando la Guardia di finanza si è presentata negli uffici dell’Azienda sanitaria provinciale ed ha acquisito documenti relativi alle attività di collaudo di strutture e attrezzature al servizio del Nuovo ospedale di Ragusa (Nor). I finanzieri hanno visionato atti e documenti, hanno portato via quello che hanno ritenuto opportuno ed hanno effettuato dei sopralluoghi nella nuova struttura.

Ieri, la Procura di Ragusa ha reso noto di aver aperto un'indagine sugli impianti del nuovo ospedale (la cui apertura resta fissata per lunedì prossimo anche se qualcuno chiede che venga rimandata) e ha nominato un paio di consulenti per verificare l'esito positivo dei collaudi. Il procuratore facente funzioni, Marco Rota, ha anche confermato l'iscrizione nel registro degli indagati di quattro tra dirigenti e tecnici preposti al collaudo dei nuovi impianti, ma come semplice atto dovuto, per poter procedere all'acquisizione degli atti di lunedì scorso, che sono stati raccolti in due stanze del nuovo ospedale, sigillati per cautela e messi a disposizione dei due consulenti. Niente sequestri dunque e al momento le attività di trasferimento vanno avanti, seppure non col ritmo prestabilito. 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo