giovedì, 29 luglio 2021

Radio Sole News

Comiso: Polizia arresta un albanese che aggredisce agenti e denuncia un comisano per guida in stato di ebbrezza
Scoglitti: accusa un malore mentre è in acqua, muore romeno di 68 anni
Da giovedì ripartiranno i drive-in gratuiti in quasi tutti i comuni della provincia di Ragusa
 
Il caso del neonato Vittorio Fortunato a Ragusa, revocata l'adozione del bimbo
 
Vittoria: cittadini si autotassano per riparare le buche nella Strada Comunale Marangio
Aumento contagi a S. Croce e crescono i ricoveri in tutta la provincia di Ragusa

Anche stamattina, dopo 90 ore di incendi, Chiaramonte brucia. Brucia Cava Acqua, una zona lambita dalle fiamme ma non ancora del tutto intaccata. L'incendio è scoppiato intorno alle 8 del mattino. A lavoro i canadair ma è chiaro che la situazione non è ancora del tutto sotto controllo. Domani alle 11 la conferenza stampa del sindaco Sebastiano Gurrieri, se non ci saranno altri problemi e nuovi rinvii, ma i cittadini sono spaventati ed esasperati e l’esigenza di vedere assicurati alla giustizia i piromani è collettiva.

E c'è stata una riunione in Prefettura a Ragusa, ieri mattina, alla luce della recente direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri recante indirizzi operativi per la Campagna antincendi boschivi estate 2017 e della gravissima situazione in provincia e a Chiaramonte Gulfi nello specifico. Alla riunione hanno preso parte i Sindaci, i vertici delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste, dell’Unità operativa provinciale del Dipartimento di Protezione Civile, nonché rappresentanti della Capitaneria di Porto, dell’ANAS, del Libero Consorzio e degli altri soggetti coinvolti nell’attività antincendio. Il Prefetto ha sottolineato la fondamentale importanza che riveste l’attività di prevenzione, da porre in essere attraverso la rimozione o il contenimento di situazioni di pericolo e l’attivazione dei punti di avvistamento facenti capo al Corpo Forestale, invitando i Comuni a farsi parte attiva al fine di aggiungere punti di osservazione supplementari anche con l’ausilio di apposite convenzioni con la protezione Civile e con associazioni ambientaliste. Il Prefetto ha anche ribadito la necessità della pianificazione comunale in materia di protezione civile, che deve essere sempre completa, aggiornata, resa disponibile a tutti. Il Responsabile dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste ha sottolineato che la richiesta di intervento dei mezzi aerei sull’incendio di Chiaramonte Gulfi è stata inoltrata nell’immediatezza, ma che solo in serata si è potuto beneficiare della presenza di un Canadair a causa della contemporanea presenza su tutto il territorio regionale di numerosi incendi. Il Dirigente provinciale dell’Azienda Foreste Demaniali ha fatto presente che le risorse disponibili per gli interventi di ripulitura in bosco, attivati dalla Regione a partire dal 19 giugno, sono stati dapprima utilizzati nelle zone in prossimità delle strade, e successivamente impegnati nella ripulitura dei viali parafuoco in bosco.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo