venerdì, 25 settembre 2020

Radio Sole News

Lite con accoltellamento a Vittoria davanti ad una scuola pubblica
Certificati medici per false invalidità, condannato medico legale che era consulente di fiducia della Procura iblea e del Tribunale di Ragusa
Marsala, bidello arrestato dai Carabinieri per abusi sessuali su una minorenne
 
99 i positivi in provincia di Ragusa, fra loro una neo-mamma. Negativo il neonato
 
Lotta al cyberbullismo e dipendenza da internet: la terza panchina gialla sarà posta a Terrasini
Assenza: “Ecco una epidemia… virtuosa”  
Coronavirus: Asp Ragusa, distribuiti 4500 test rapidi nasofaringei

I carabinieri del comando provinciale di Agrigento, su disposizione della Dda di Palermo, hanno eseguito l'arresto di 56 tra boss e gregari dei mandamenti di Cosa nostra agrigentina. L'inchiesta, la più imponente mai messa a segno nel territorio, ha disarticolato i "mandamenti" di Santa Elisabetta e Sciacca e ha colpito 16 "famiglie" mafiose. Coinvolti uomini anche delle province di Caltanissetta, Palermo, Enna, Ragusa e Catania. In carcere, tra gli altri, è finito Francesco Fragapane, 37 anni, figlio dello storico capomafia di Santa Elisabetta, Salvatore, da anni ergastolano al 41 bis. L'indagine è coordinata dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, dall'aggiunto Paolo Guido e dai pm Gery Ferrara e Claudio Camilleri. Le accuse contestate vanno dall' associazione mafiosa, al traffico di droga, alla truffa, estorsione e a un'ipotesi di voto di scambio.

 Tra gli arrestati nel maxi blitz c'è anche il sindaco di San Biagio Platani. In manette, con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, è infatti finito Santino Sabella, eletto alle ultime amministrative. I pm della Dda di Palermo gli contestano di avere concordato le candidature delle ultime comunali del 2014 con esponenti mafiosi di vertice del suo paese e fatto illecite pressioni nell'assegnazione di appalti.

 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo