domenica, 01 novembre 2020

Radio Sole News

No alla chiusura generalizzata, questa mattina a Ragusa la protesta promossa da Confcommercio provinciale
Comiso: maggioranza e opposizione unite per sostegno economico emergenza covid
Evade dai domiciliari per ben 5 volte, arrestato dalla Polizia di Stato torna in carcere
Il Covid-19 si porta via il giornalista Gianni Molé
Perseguita la ex moglie e la figlia, Carabinieri e Polizia arrestano 52enne
Continuità territoriale da Comiso rinviata, troppe poche prenotazioni a Causa del Covid
Quello appena concluso sembra essere stato un settembre “nero” per l'ingrosso ortofrutticolo. Lo afferma la rivista di settore, on line, Italfruit.net che ha sentito il rappresentante degli operatori del Centro agroalimentare di Roma, Riccardo Pompei il quale ha dichiarato: “un mese pesantissimo che dopo una prima settimana nella media ha visto crollare i consumi lasciando l’amaro in bocca ai grossisti. Il gran caldo c’ha messo sicuramente del suo: prodotti come le fragole di collina arrivano a destinazione 'cotte', la qualità dei fagiolini è spesso bassa. Ma il vero, grande problema, è che non c’è domanda: si compra pochissimo. Anche i clienti delle province e regioni limitrofe al Car hanno ridotto gli acquisti. E parlando con i colleghi di altre strutture, vien fuori che la situazione, nel settore, è analoga in molte altre città”. Secondo quanto dichiarato ad Italfruit.net da Pomperi a soffrire di più è il ceto medio, dato che i prodotti top di gamma e quelli di fascia bassa tutto sommato tengono." E’ in mezzo- dichiara- che si avverte il vuoto”. “Gli ortaggi sono quasi tutti ai minimi storici- aggiunge ancora Pompei dalle colonne del sito - tra la frutta si salva un po’ l’uva, mentre stanno arrivando le prime clementine, che con queste temperature hanno vita dura. Agli sgoccioli la campagna delle pesche, ancora richieste proprio per il caldo. Tutto bloccato, invece, per mele e pere”. Sul futuro Pompei dichiara: “sono ottimista di natura e confido che l’arrivo del freddo agevoli una ripresa e il rilancio delle contrattazioni. Il Mercato di Roma, oltretutto, ce la sta mettendo tutta e movimenta comunque ingenti quantitativi di merce. Speriamo di voltare pagina in fretta”.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo