giovedì, 29 ottobre 2020

Radio Sole News

Coronavirus: 875 positivi in provincia di Ragusa, 410 solo a Vittoria
Gela: il sindaco Greco firma la chiusura dei cimiteri dal 31 ottobre al 2 novembre
Contrasto al randagismo, firmato protocollo tra Asp di Ragusa e Lav
Ragusa, controllo del Territorio. La Polizia di Stato arresta una persona per evasione dagli arresti domiciliari
In trasferta a Ragusa per perpetrare furti nei cantieri edili, catanese arrestato dalla Polizia di Stato
Progetto "Gela Sicura", il Prefetto garantisce il suo impegno al Ministero degli Interni
Nel corso dell’ultimo fine settimana sono continuate le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri del Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa finalizzati al contrasto della criminalità in genere nel territorio vittoriese. Al fine di garantire la sicurezza stradale in tutto il territorio della Compagnia di Vittoria, con particolare attenzione ai tanti luoghi di aggregazione giovanile, sono stati allestiti numerosi posti di controllo, sia nelle aree rurali che nelle periferie dei principali centri urbani, ed eseguite numerose perquisizioni domiciliari, personali e veicolari.  Durante i serrati controlli svolti attraverso le Stazioni di Vittoria, Chiaramonte Gulfi, Acate, Scoglitti e Comiso è emerso che i Carabinieri della Stazione di Vittoria hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in regime degli arresti domiciliari emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa nei confronti di LO MONACO Carmelo cl.1943, pregiudicato, dovendo egli espiare la pena di mesi 4 di reclusione, poiché ritenuto colpevole del reato di lesioni aggravate. L’ arrestato, a seguito delle formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, come disposto dall’ Autorità Giudiziaria di Ragusa. ICarabinieri della Stazione di Acate hanno tratto in arresto un bracciante agricolo albanese, DYLI Kreshnik cl.1971, a seguito di revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Siracusa. In particolare, il provvedimento coercitivo è scaturito dalla violazione degli arresti domiciliari del citato DYLI, già noto alle forze di polizia: infatti, a seguito di un controllo effettuato presso la sua abitazione, non è stato trovato in casa e, pertanto, deferito in stato di libertà per il reato di evasione. A seguito dell’aggravamento della misura, l’arrestato, espletate le formalità di rito è stato associato presso la casa circondariale di Ragusa. ICarabinieri della Stazione di Comiso hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato di energia elettrica tunisino cl.1964, con precedenti di polizia. Nello specifico, a seguito di un mirato controllo esperito dai Carabinieri congiuntamente a personale specializzato dell’ENEL, all’interno della loro abitazione è stata accertata la realizzazione di un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica mediante apposito bypass di fili, cagionando un danno erariale stimato di 6.000,00 euro circa. L’intero materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, e gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati tradotti presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, così come disposto dall’autorità giudiziaria di Ragusa; deferito in stato di libertà un 19enne gambiano, poiché, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 8 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana suddivisa in 5 dosi, un bilancino di precisione e la somma contante di euro 200,00 euro circa quale provento dell’attività illecita.  I Carabinieri della Stazione di Chiaramonte Gulfi unitamente a colleghi del Nucleo Carabinieri Cinofili di Nicolosi (CT), hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un rumeno cl.1993, disoccupato, con precedenti di polizia, poiché - a seguito di perquisizione personale e domiciliare, sono stati rinvenuti 54,00 grammi verosimile sostanza stupefacente del tipo hashish, suddivisa in nr. 13 dosi confezionati singolarmente. La successiva perquisizione estesa anche alle pertinenze della sua abitazione ha consentito di rinvenire e sequestrare un bilancino di precisione e vario materiale usato per il confezionamento. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari, come disposto dall’ Autorità Giudiziaria di Ragusa, in attesa dell’udienza di convalida. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deferito in stato di libertà: per il reato di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice, un 34enne di vittoria, in atto sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di residenza, poiché non è stato trovato in casa negli orari previsti; per il reato di smaltimento e combustione illeciti di rifiuti, un imprenditore agricolo 42enne, sorpreso mentre appiccava fuoco a rifiuti pericolosi, privo delle prescritte autorizzazioni e all’ interno del giardino della propria abitazione. Nel medesimo servizio, i Carabinieri della Compagnia di Vittoria hanno anche segnalato alla Prefettura di Ragusa per uso di sostanze stupefacenti un minorenne italiano, poiché trovato in possesso di due grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish. 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo