venerdì, 04 dicembre 2020

Radio Sole News

I Vigili del Fuoco celebrano Santa Barbara anche in provincia di Ragusa
"Il cuore ci fa dire", la replica in onda domenica 6 dicembre
Servizio di Senologia attivo all'Asp 7, nonostante il Covid
Assenza deposita un proposta di legge per la mobilità elettrica nell'Isola: agevolazione all'acquisto, ricariche veloci e su tutto il territorio, bollo gratuito
Il Libero Consorzio Comunale di Ragusa non dimentica Gianni Molé. Diverse le iniziative in programma
 
Vigilanza stradale, i numeri della Polizia Stradale di Ragusa e Vittoria relativi al mese di novembre
La Polizia municipale ha individuato questa mattina due terreni privati di Contrada Giardinazzo – non lontano dalla Chiesa di Santa Maria Goretti e dall'Istituto comprensivo Caruano – sui quali era stato abbandonato un ingente quantitativo di pneumatici dismessi. Dopo avere identificato i proprietari dei terreni, gli uomini della Sezione Ambientale della Polizia municipale hanno proceduto ad effettuare la comunicazione all'autorità giudiziaria, ai sensi del Testo Unico Ambientale, e al contempo hanno effettuato una verifica sulle rivendite di pneumatici della zona. Nei confronti di due rivenditori si stanno accertando eventuali inadempienze relative alla tenuta dei registri di carico e scarico (sui quali va annotato, per legge, lo smaltimentro degli pneumatici dismessi, il cui costo viene anticipato dagli acquirenti). La sanzione prevista dal Testo Unico Ambientale ammonta a circa quattromila euro. Il Comandante della Polizia municipale, Cosimo Costa, ha annunciato di aver già pianificato, su disposizione della Commissione straordinaria, un'attività di controllo mirata nel settore del commercio di pneumatici, al fine di verificare il rispetto della normativa. “Non consentiremo che rivenditori senza scrupoli deturpino il territorio e mettano a repentaglio la salute pubblica – ha dichiarato il Prefetto Filippo Dispenza -. Si rendono conto, questi criminali, delle gravissime conseguenze che un incendio di pneumatici potrebbe produrre, per lo più nelle vicinanze di una scuola? Pretendiamo da tutti il rispetto delle norme, e chi opera in un settore così delicato ha il dovere di attenersi alle leggi sul corretto smaltimento dei rifiuti. Nei confronti di chi calpesta le regole non vi sarà alcuna tolleranza: abbiamo avviato un percorso di ripristino della legalità e stiamo andando avanti con determinazione, con la preziosa collaborazione della Polizia municipale e delle altre forze di polizia”.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo