domenica, 29 novembre 2020

Radio Sole News

Avviso dal Comune di Vittoria: problemi nella raccolta dell'umido per la giornata di domani
Sicilia zona gialla e Vittoria zona rossa, riflessioni di Piero Gurrieri
"Il cuore ci fa dire", Federica Molè ricorda il padre Gianni su Radio Sole
 
Comiso:avviso per assegnazione fondi ex Insicem a categorie colpite da crisi economica Covid
"Gente positiva in giro a fare shopping", la denuncia del Sindaco di Comiso
Il Questore dispone il respingimento di 25 tunisini sbarcati dalla nave quarantena “Azzurra”
Era partita dal Marocco (destinazione ancora ignota) l’imbarcazione a vela intercettata nella notte tra il 26 e il 27 novembre in mare aperto ed ora ormeggiata al porto di Pozzallo con a bordo ben 11 tonnellate di hashish, suddivise in 407 sacchi di iuta, del valore complessivo di circa 100 milioni di euro. Sull'imbarcazione, lunga 19 metri e battente bandiera olandese, due uomini di nazionalità bulgara, di 42 e 40 anni. Entrambi sono stati arrestati. L’operazione è stata portata a termine da una task force della Guardia di Finanza dei nuclei di polizia economico finanziaria di Palermo e Ragusa, con il coordinamento dello Scico di Roma. Il veliero è stato intercettato nel Canale di Sicilia, al largo delle coste di Licata. Particolarmente difficile l'intervento della Gdf, a causa del mare forza 7. L’imbarcazione è stata poi trainata fino al porto di Pozzallo, in quel momento il più vicino. Il blitz è scattato a seguito della segnalazione delle autorità spagnole che nutrivano forti sospetti sul carico di quella imbarcazione. Ora si dovranno accertare i canali di reperimento della droga e soprattutto per scoprire la destinazione finale.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo