giovedì, 29 luglio 2021

Radio Sole News

Comiso: Polizia arresta un albanese che aggredisce agenti e denuncia un comisano per guida in stato di ebbrezza
Scoglitti: accusa un malore mentre è in acqua, muore romeno di 68 anni
Da giovedì ripartiranno i drive-in gratuiti in quasi tutti i comuni della provincia di Ragusa
 
Il caso del neonato Vittorio Fortunato a Ragusa, revocata l'adozione del bimbo
 
Vittoria: cittadini si autotassano per riparare le buche nella Strada Comunale Marangio
Aumento contagi a S. Croce e crescono i ricoveri in tutta la provincia di Ragusa
Si è concluso con la decisione di anticipare i saldi invernali al prossimo 2 gennaio l'incontro avvenuto all’assessorato regionale delle Attività produttive con i rappresentanti delle associazioni di categoria. L'assessore al ramo Mimmo Turano ha infatti deciso di accogliere le istanze delle associazioni che chiedevano, per l'appunto, un anticipo (dal 5 al 2 gennaio 2019). Federconsumatori, presente all’incontro con il presidente regionale Alfio La Rosa, si è dichiarata favorevole. Anche Federconsumatori Sicilia, fra gli altri, ha espresso il suo parere favorevole all’anticipo dei saldi alla luce dei dati sulla povertà assoluta e relativa in netta crescita nella Regione, emersi nel corso di un recente convegno organizzato da Federconsumatori Enna. "Sono dati allarmanti e che mostrano come circa un terzo delle famiglie siciliane ha grossi problemi ad arrivare a fine mese - afferma La Rosa -. Anticipare i saldi, anche se solo di pochi giorni, è una misura che può aiutare i siciliani a comprare ciò di cui hanno bisogno ad un prezzo inferiore. Anche i commercianti avrebbero sollievo da questa misura, considerato il fatto che neanche gli ultimi dati sulle vendite al dettaglio sono positivi". Federconsumatori Sicilia, però, è convinta che allungare di qualche giorno la stagione dei saldi non sia affatto sufficiente per migliorare lo stato di salute dell’economia siciliana: "Bene l'anticipo dei saldi - conclude La Rosa - ma continuiamo a ripetere che per la Sicilia serve una cura da cavallo e una vera e propria scossa perché, purtroppo, le bollette sempre più care e le tariffe sempre più alte dei servizi pubblici come i rifiuti e l'acqua non possono essere pagate con i saldi".

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo