venerdì, 05 marzo 2021

Radio Sole News

Rinvio elezioni amministrative a Vittoria, il parere dei quattro candidati a sindaco
Ragusa e Vittoria, nuove ordinare anti-assembramenti che interessano anche le località marinare
Rinviate le elezioni amministrative anche nei comuni sciolti per mafia. Fra questi anche Vittoria
Asp 7: confermati gli oltre 100 casi di "variante inglese" in provincia di Ragusa
Depurazione: a Scoglitti nuova progettazione su rete fognaria, ora complessivi 44 chilometri
Comiso: rifiuti non conformi se fuori dai mastelli, scatta la "non conformità"
Si chiama Fabio Ferrara, ha quasi 28 anni, e sin da piccolissimo ha vissuto in mezzo alla farina nella pizzeria del padre, a Scoglitti. Come lui stesso ama raccontare, la passione per la pizza ed il lavoro di pizzaiolo è iniziata quando aveva solo 6 anni, e precisamente nel 1996, "l’anno in cui mio padre- racconta- tornato dagli Stati Uniti d’America decise di aprire una piccola pizzeria d’asporto a Scoglitti , pizzeria che tutt'ora portiamo avanti insieme. Da allora trascorro lì le mie giornate e, grazie al più importante dei miei maestri, cioè mio padre, più stavo rinchiuso in pizzeria a guardarlo più mi innamoravo di questo mondo. Per me mettere le mani in pasta era una festa. Un mondo pieno di sacrifici, di alti e bassi, ma tutte queste cose negative riguardanti questa professione venivano ripagate, facendo felici i nostri clienti con la nostra pizza. "L’anno scorso- racconta- ho partecipato al mio primo mondiale della pizza. Ero partito senza pretese, solo per fare una nuova esperienza e con l’obiettivo di confrontarmi con i migliori pizzaioli provenienti da tutto il mondo. Con grande sorpresa mi classificai 13°, fra oltre 250 pizzaioli. Da quel momento mi feci una promessa: volevo far parte del campionato successivo ed entrare almeno fra i primi 10 pizzaioli. Quest’anno infatti ho partecipato al mondiale di pizza bianca con l’intenzione di migliorare, non certo pensando di vincere, ed invece eccomi qui a raccontarvi della mia vittoria. E' stato qualcosa di fantastico e impensabile. Oltre 300 pizzaioli volevano quel primo posto ed invece ho vinto proprio io. Adesso ho davvero realizzato che con sacrifici, ore trascorse insonni a studiare e sopratutto con l'umiltà che mi ha sempre contraddistinto, si può ottenere tutto quello che si vuole. Dedico questa vittoria alla mia famiglia, ai miei amici, a mia moglie e sopratutto a mio fratello, che spero da lassù sia orgoglioso di me. Sono felice di aver portato il nome del mio piccolo paese, Scoglitti, sul tetto del mondo".

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo