giovedì, 28 gennaio 2021

Radio Sole News

Anche Gela celebra la "Giornata della Memoria"
 
Celebrazione del Giorno della Memoria: per “Non Dimenticare”
AVVISO AI CITTADINI DI VITTORIA: possibili disservizi nella raccolta dell'organico
Licata, giovani disabili picchiati e derisi su social network: 3 fermati
Quando le elezioni amministrative a Vittoria? Dipasquale: "ci prepariamo per la lotta, politica e giuridica"
"Furbetti del vaccino", sospesi due dirigenti dell'Asp di Ragusa

Servizio di Valentina Frasca

 

Alla fine l’ufficiale giudiziario non si è presentato. Forte tensione questa mattina in via Anna Magnani, alla periferia di Vittoria, nei pressi del mercato dei fiori, dove una famiglia, con due figli e una moglie con problemi seri di salute, doveva essere sfrattata per un mutuo di 40mila euro che tre anni fa, quando il capofamiglia ha perso il lavoro, non è stato più possibile pagare.

Il marito, che da quando ha chiuso la sua attività commerciale si arrangia con tutti i piccoli lavoretti che riesce a trovare, ha anche tentato un gesto estremo. L'uomo, infatti, ha cercato di darsi fuoco, ed è stato prontamente fermato dalle tante persone presenti e intervenute per scongiurare lo sfratto.

La famiglia ha anche presentato un piano di rientro alla banca, che però è stato rifiutato. Sul posto, per fermare quella che da sempre definiscono "una macelleria sociale", Maurizio Ciaculli, presidente del Movimento Riscatto, il Comitato No Aste, il consigliere comunale dei 5 Stelle Pippo Re, Padre Puglisi e Angelo Giacchi. 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo