giovedì, 22 aprile 2021

Radio Sole News

Vaccini, torna il fine settimana aperto a tutti. Questa volta si parte da giovedì
Apre l'hub di Modica, domani inizia la vaccinazione
Comiso, c'è chi chiede la "zona rossa", ma il sindaco frena
Ritirato dal comune di Comiso l’olio donato dall'ex azienda Foreste Demaniali della Regione Siciliana
Nuova postazione per i test rapidi a Ragusa
Trionfo dell'atleta vittoriese Pirrè-La Terra al giro ciclistico delle Madonie
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Modica hanno arrestato un giovane straniero fermato davanti ad un centro commerciale. Si tratta di un giovane di origini nigeriane arrestato per violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. L’intervento dei militari dell’Arma era stato richiesto intorno alle 13.00 da alcuni cittadini che si trovavano nel parcheggio del Centro Commerciale el quale un cittadino straniero stava dando in escandescenza. In particolare, l'uomo minacciava di colpire i presenti, urlava frasi prive di significato e si presentava in evidente stato di alterazione psichica. I Carabinieri sono intervenuti con due pattuglie ed hanno individuato l’uomo, che nel frattempo i sanitari del 118 provavano a far salire su ambulanza per un trattamento sanitario. L’uomo non si voleva sottoporre alle cure ed ha inizialmente buttato l’olio contenuto in una bottiglia di vetro addosso ad un militare, e, con la bottiglia vuota, ha provato a ferire i Carabinieri. La professionalità dei militari ha permesso di trarre in arresto l’uomo e sottoporlo alle cure del caso. Uno dei Carabinieri è rimasto ferito ed ha riportato alcuni giorni di prognosi. Al termine dell’operazione molto eclatante, ripresa col telefonino da diversi cittadini presenti nel parcheggio, Samson Imariabe, di 25 anni è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari a disposizione del PM di turno della procura di Ragusa, Marco Rota.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo