venerdì, 05 giugno 2020

Radio Sole News

Condotta agraria a Comiso, le reazioni del PD di Vittoria e dell'ex sindaco Aiello
Comiso: consegnati locali all' ufficio intercomunale per l'agricoltura
Asp Rg, da lunedì 8 riprendono le prenotazioni per le prestazioni on line
Tentato omicidio, Elio Greco condannato a 9 anni di reclusione
Villa comunale Vittoria. Dispenza: "sabato si riapre"
Bonifica Macconi e Marina di Acate, Campo: “Musumeci ‘sordo’ ai richiami del ministro Costa, vorremmo capire il perché”
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha risposto al ricercatore universitario vittoriese Giambattista Scirè, che il 22 gennaio scorso gli aveva scritto raccontandogli la sua odissea. (Vedi articolo collegato) Mercoledì, è arrivata la risposta del Presidente, tramite il segretariato generale della Presidenza della Repubblica: “Il Capo dello Stato- si legge- segue con grande attenzione le questioni da lai evidenziate, nella convinzione che, anche nel settore universitario, occorre sempre seguire i principi di legalità e trasparenza. Le università italiane possono vanare livelli di eccellenza nei vari campo del sapere e riscuotono i migliori risultati laddove si fondano sull’autonomia e libertà di insegnamento, guidate dal principio del merito”. La lettera si chiude poi con l’augurio di “trovare riscontro alle sue aspettative nel corso della carriera universitaria”. Sempre mercoledì, intanto, Scirè ha incontrato il rettore Piorolo, la pro-rettrice Patané, il delegato alla Trasparenza, Caserta, ed il delegato alla Comunicazione per gli studenti, Barbagallo. Sembra aprirsi uno spiraglio quindi per il ricercatore universitario vittoriese. "Il Presidente Mattarella, con tutto il peso intellettuale e morale della sua persona e della carica istituzionale che ricopre- ha commentato Scirè- lascia intendere senza mezzi termini di essere al mio fianco, al fianco di tutti noi, nel perseguire i principi di “legalità”, “trasparenza” e “merito” che sono le finalità fondanti dell’Associazione che mi onoro di rappresentare. Sappiano d’ora innanzi gli atenei e i dipartimenti che la bussola che deve orientarli nel loro cammino non potrà che essere quella da noi costantemente indicata e ora dal Presidente della Repubblica così autorevolmente auspicata e raccomandata. La massima autorità istituzionale del nostro Paese è con noi". Di seguito il link al precedente articolo: Vittima di concorsi truccati scrive al Presidente della Repubblica, la storia del vittoriese Giambattista Sciré

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo