giovedì, 04 giugno 2020

Radio Sole News

Vittoria: la paura di partorire senza il marito fugata dalla bravura dell'equipe di Ostetricia
Aeroporto di Comiso, si riapre il 15 giugno
Vittoria: festa S. Giovanni Battista e Covid-19. Il Comitato festeggiamenti anticipa alcuni dettagli
Fumarole, a Santa Croce si combattono con i droni
Vendeva merce contraffatta a Licodia Eubea, denunciato comisano
 
Comiso: donate 1400 mascherine al Comune da un cittadino residente negli USA
 

Doveva essere sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio, noto anche come Tso, già la scorsa settimana il pensionato di Niscemi che ieri ha ucciso la moglie. L’uomo, Vincenzo Buccheri, 67 anni, pare che si fosse però rifiutato. Sui dettagli indagano i Carabinieri della Stazione di Niscemi e del Reparto di Gela. Come vi abbiamo raccontato, l’uomo ha ucciso la moglie, Giuseppa Pardo di 66 anni, sferrandole un colpo di tagliacarte al collo. Poi si è costituito ai Carabinieri. Quando i militari sono giunti nell’abitazione, hanno trovato la donna distesa sul letto in una pozza di sangue e con il tagliacarte ancora conficcato nel collo. La coppia, che aveva due figli pare non avesse una storia di violenze alle spalle. «Non ci sono denunce per stalking e maltrattamenti», spiegano gli investigatori dell’Arma. Sembra però che il pensionato, avesse da qualche tempo problemi mentali: era in cura al dipartimento di salute mentale e, come detto, per lui era stato disposto un Tso. Sul posto sono il medico legale, il procuratore di Gela, Fernando Asaro, e il sostituto Mario Calabrese. Foto dal web

 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo