sabato, 04 luglio 2020

Radio Sole News

Caltagirone: iniziativa dell’Amministrazione per immettere nell’economia locale oltre 10 milioni di euro
Anticipazione di liquidità per sostenere la ripartenza post Covid delle imprese
Tornano le zone blu a Vittoria: ecco tutti i dettagli
Vittoria: palestre scolastiche chiuse, danneggiate diverse associazioni sportive
"Mare senza frontiere 2.0: accessibilità a tutti", conferenza di presentazione a Scoglitti
Vittoria, elezioni amministrative. Il centrodestra: "Uniti e compatti nel dialogo e confronto per la città
Covid 19, salgono a 3 i casi in provincia di Ragusa. Positive anche la moglie e la figlia dell'uomo

 

 

03 giugno 2020

 

I Carabinieri della Stazione di Licodia Eubea hanno denunciato un commerciante di Comiso, di 59 anni, poiché ritenuto responsabile di contraffazione, alterazione o uso di marchi o segni distintivi ovvero di brevetti, modelli e disegni, introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi, ricettazione.

Nel corso di alcuni controlli ad attività produttive, industriali e commerciali, disposti dal Comando Provinciale di Catania, all’interno del mercatino settimanale di Licodia Eubea i Carabinieri hanno sorpreso il venditore comisano con ben 470 capi d’abbigliamento riportanti note griffe, ma palesemente contraffatti. Il sospetto che l’uomo realizzasse in proprio la contraffazione, ha suggerito ai carabinieri di approfondire il controllo nel domicilio del commerciante dove, all’interno di un box adibito a magazzino, hanno rinvenuto e sequestrato una termopressa utilizzata per applicare i marchi sugli indumenti, 644 trasferelli a caldo di diverse decine di note marche nazionali ed estere, nonché 369 capi già contraffatti.

 

 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo