lunedì, 03 agosto 2020

Radio Sole News

Panchine vandalizzate a Comiso, dichiarazioni del Sindaco
Migranti in fuga e situazione a Pozzallo e Cifali. Video-denuncia dell'assessore regionale Razza
Nuovo primario di Ortopedia per l'ospedale di Vittoria: è Oscar Cammarata
Giorgio Assenza: La seconda panchina gialla contro l'uso patologico di Internet sarà installata in agosto a Punta Secca
Incidente stradale sulla Ragusa-Marina, ferito un ciclista
 
Migranti, il Governo nazionale vuole creare una tendopoli in Sicilia. L'ira di Musumeci

10 giugno 2020

La Polizia di Stato- Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ragusa- ha dato esecuzione, ieri, alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e divieto di avvicinamento emessa dal Gip del Tribunale di Ragusa, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica che ha seguito le indagini. Destinatario, un cittadino albanese residente in città, resosi responsabile di maltrattamenti in famiglia.

La misura cautelare è stata disposta a seguito dei gravi elementi raccolti a carico dell'albanese che, in più di un’occasione, non aveva esitato a picchiare e colpire la moglie.

 

L’ultimo episodio si è verificato pochi giorni fa quando gli uomini della Sezione Volanti, in piena notte, hanno soccorso la donna che, visibilmente scossa, è stata accompagnata insieme a due figlie minori negli uffici della Questura. Qui ha raccontato di essere andata via di casa perché stanca dei continui maltrattamenti culminati in un’aggressione fisica. La donna, dopo essere stata medicata al Pronto soccorso, ha raccontato le quotidiane umiliazioni e aggressioni fisiche e psicologiche alle quali il marito la sottoponeva costantemente.  A seguito degli elementi raccolti, gli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale provvedevano a redigere un’approfondita informativa e, nell’ambito delle disposizioni normative della legge “Codice Rosso” e sulla base delle direttive del Sostituto Procuratore, il Gip ha emesso l’ordinanza di misura cautelare dell’allontanamento dalla casa famigliare con divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa.

 

L’ordinanza è stata immediatamente eseguita dai poliziotti delle Volanti e il marito violento ha lasciato definitivamente il domicilio familiare. Sull'identità dell'uomo non sono stati forniti ulteriori dettagli per tutelare sia la vittima diretta, ovvero la moglie, che le figlie minorenni. 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo