lunedì, 03 agosto 2020

Radio Sole News

Panchine vandalizzate a Comiso, dichiarazioni del Sindaco
Migranti in fuga e situazione a Pozzallo e Cifali. Video-denuncia dell'assessore regionale Razza
Nuovo primario di Ortopedia per l'ospedale di Vittoria: è Oscar Cammarata
Giorgio Assenza: La seconda panchina gialla contro l'uso patologico di Internet sarà installata in agosto a Punta Secca
Incidente stradale sulla Ragusa-Marina, ferito un ciclista
 
Migranti, il Governo nazionale vuole creare una tendopoli in Sicilia. L'ira di Musumeci

19 giugno 2020

Si è avvalso della facoltà di non rispondere alle domande del Gip del Tribunale di Ragusa, Eleonora Schininà, il carabiniere 39enne Davide Corallo, originario di Modica ma residente a Giarratana, sospeso dal servizio e in carcere dal 15 giugno perché accusato dell’omicidio del cuoco Peppe Lucifora, assassinato lo scorso 10 novembre a Modica.

L'interrogatorio di garanzia è durato poco meno di mezzora, al termine del quale il Gup del tribunale di Ragusa si è riservato la decisione sul provvedimento di custodia cautelare in carcere. Ci sarebbe un movente passionale, secondo gli inquirenti, alla base dell’omicidio. Lucifora, che sarebbe stato tramortito con colpi violenti al volto, è morto per soffocamento. Il corpo senza vita del cuoco modicano fu trovato nella camera da letto di casa sua, con la porta chiusa dall’interno con la chiave, mai trovata assieme al telefonino della vittima. 


Corallo ha sempre respinto ogni addebito  e già nel corso dell'interrogatorio a cui è stato sottoposto il 14 febbraio, durato circa 7 ore, ha respinto ogni accusa sostenendo di essere sì stato a casa di Peppe Lucifora, ma oltre 15 giorni prima dell'omicidio. Il militare aveva anche ammesso di avere una frequentazione con il cuoco e di avere anche avuto rapporti sessuali con lui, ma, a suo dire, sempre diversi giorni prima dell’omicidio. Secondo gli inquirenti, invece, gli esami dei Ris attesterebbero che le tracce biologiche rinvenute sul luogo del delitto risalirebbero proprio alle ore in cui è avvenuto l’evento delittuoso.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo