sabato, 08 agosto 2020

Radio Sole News

Coronavirus, ultimatum di Musumeci: "chiudo tutto se i contagi aumentano"
Covid-19 in provincia di Ragusa, i dati ufficiali dell'Asp
 
Prevenzione Covid-19, a Modica il Sindaco chiude le spiagge nelle serate del 10 e 14 agosto
Omicidio Sciortino, importanti passi avanti nelle indagini
 
Avviso importante dall'aeroporto di Comiso ai passeggeri per Bruxelles
Covid-19, le raccomandazioni del Sindaco di Comiso

19 giugno 2020

Si è risvegliata dal coma la donna di 34 anni del Bangladesh positiva al Covid19, ricoverata da circa un mese nel reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale Cervello di Palermo. La donna, una volta riaperti gli occhi, come si legge su “La Repubblica”, ha subito chiesto dove fosse la sua bambina che i medici del reparto di Ostetricia hanno fatto nascere con un cesareo straordinario nei giorni scorsi. La piccola, nel frattempo, è stata trasferita all’ospedale di Taormina per alcuni accertamenti relativi ad una patologia congenita che è stata riscontrata subito dopo la nascita. La patologia, fanno sapere dall’ospedale, non è legata alla positività della madre e nemmeno al fatto che la piccola sia nata in anticipo. Intanto i medici del Cervello hanno rassicurato la madre,  che presto potrebbe abbracciare la figlia.

Hafiza, questo il nome della neo-mamma, aveva fatto rientro a Palermo, dove vive con la famiglia, con un volo da Londra facendo scalo a Roma. Dopo l’arrivo a casa erano iniziati i primi sintomi del Covid-19: si era sentita male, accusando febbre e problemi di respirazione. La situazione era subito precipitata, tanto che era stato necessario il ricovero in Rianimazione. Con un volo di Stato erano arrivate anche della sacche di plasma autoimmune dall’ospedale di Pavia. Dopo una ripresa, però, la situazione si era nuovamente aggravata, tanto che i medici avevano deciso di eseguire il cesareo per far nascere la bambina che, in quel momento, pesava appena un chilo e 400 grammi.

La donna, come detto,  potrebbe lasciare presto il reparto di Terapia Intensiva del Cervello ed essere trasferita in un centro per la riabilitazione respiratoria. Si attende, però, il secondo tampone positivo di fila.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo