giovedì, 29 luglio 2021

Radio Sole News

Comiso: Polizia arresta un albanese che aggredisce agenti e denuncia un comisano per guida in stato di ebbrezza
Scoglitti: accusa un malore mentre è in acqua, muore romeno di 68 anni
Da giovedì ripartiranno i drive-in gratuiti in quasi tutti i comuni della provincia di Ragusa
 
Il caso del neonato Vittorio Fortunato a Ragusa, revocata l'adozione del bimbo
 
Vittoria: cittadini si autotassano per riparare le buche nella Strada Comunale Marangio
Aumento contagi a S. Croce e crescono i ricoveri in tutta la provincia di Ragusa

30 luglio 2020

 

Si è svolto stamattina, a Palazzo Iacono, un tavolo tecnico, coordinato dal sovraordinato ing. Giuseppe Grasso,  per verificare lo stato della progettazione esecutiva riguardante  il potenziamento e adeguamento dell'impianto di depurazione.

 

All'incontro  erano presenti, oltre i Commissari straordinari del Comune di Vittoria, per il Commissario straordinario Unico per la depurazione, ingegnere  Cecilia Corrao, i progettisti dell'opera, i funzionari  del Dipartimento Regione acqua e reflui, l'ente gestore della “RNO” (Riserva Naturale Orientata Pino D'Aleppo), l'autorità  Regionale per l'Ambiente e  l'Ati.


Nel corso dell'incontro è stato trattato il tema del potenziamento e adeguamento dell'impianto di depurazione di contrada Colorbia, che accoglierà anche i reflui della frazione di Scoglitti. Nello specifico, i Commissari hanno evidenziato e sollecitato la necessità del completamento dell'iter progettuale per consegnare in tempi brevissimi questa importante opera per la città.  I responsabili del progetto hanno assicurato che la progettazione sarà ultimata entro la prima decade di settembre. 
La responsabile del procedimento, Cecilia Corrao, ha garantito che darà seguito a quanto chiesto dalla Commissione straordinaria di Vittoria, realizzando un ampliamento della rete fognaria di Scoglitti per una estensione di  circa 1.600 metri. 


Il Comune di Vittoria, nell'ultimo anno, ha eseguito interventi ordinari e straordinari per ottimizzare il ciclo depurativo e ottenere dei parametri dei reflui consoni  ai limiti di legge.  L'intera opera avrà il costo di 10.000.000 euro e potrà essere  appalta entro fine anno ed iniziare ad essere costruita  a giugno del 2021.


“Questo intervento – ha commentato la Commissione straordinaria- rappresenta la soluzione definitiva alle problematiche annose legate al depuratore e permetterà di migliorare la qualità delle acque grazie ad un sistema innovativo e moderno che punta a salvaguardare l'ambiente e la salubrità delle acque”.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo