giovedì, 29 luglio 2021

Radio Sole News

Comiso: Polizia arresta un albanese che aggredisce agenti e denuncia un comisano per guida in stato di ebbrezza
Scoglitti: accusa un malore mentre è in acqua, muore romeno di 68 anni
Da giovedì ripartiranno i drive-in gratuiti in quasi tutti i comuni della provincia di Ragusa
 
Il caso del neonato Vittorio Fortunato a Ragusa, revocata l'adozione del bimbo
 
Vittoria: cittadini si autotassano per riparare le buche nella Strada Comunale Marangio
Aumento contagi a S. Croce e crescono i ricoveri in tutta la provincia di Ragusa

01 agosto 2020

 

“Il governo nazionale ha ordinato di allestire una tendopoli per centinaia di migranti nelle campagne tra Vizzini e Militello in Val di Catania. Il governo della Regione Siciliana è totalmente contrario”. Così il governatore Nello Musumeci che aggiunge: “Forse qualcuno a Roma, al posto di arrossire per l'incapacità manifestata nell'adottare un Piano organico sull'immigrazione durante l'emergenza Covid, pensa di poter continuare a trattarci da campo profughi d'Europa. Avevo detto che siamo e saremo contrari al ritorno del business dell'immigrazione e delle facili illusioni per disoccupati disperati. Pensare a una sorta di campo di concentramento per centinaia e centinaia di persone, in tempo di epidemia, significa essere semplicemente irresponsabili. Il ministro dell’Interno intervenga: di tendopoli e di affaristi la Sicilia non vuole più sentirne”.

 

Intanto il governatore Musumeci ha reso note delle nuove disposizioni per i Prefetti siciliani sul fronte migranti. Il Presidente ha aggiunto due commi all’articolo 1 della Ordinanza precedente, emessa il 14 luglio, e che riguarda proprio i rappresentanti del governo nell’isola. Nel comma 3 in particolare, si legge: "Nel caso in cui le Autorità di governo non abbiamo predisposto adeguate ‘navi quarantena’, ovvero nel caso in cui le stesse sono complete nel numero massimo dei posti disponibili,il prefetto competente per territorio attiva le procedure previste per la distribuzione dei migranti sull’intero territorio nazionaleinformando il Ministero dell’Interno e individua una struttura per l’eventuale ospitalità dei migranti in transito verso altre destinazioni".

E nel comma successivo: "Al fine di evitare assembramenti di persone anche alla luce del crescente contagio tra i cittadini stranieri giunti sul territorio è fatto divieto di indovinare qualsivoglia struttura di passaggio in contrasto con le linee guida nazionali sulla distanza minima di 1,5 metri tra ciascun ospite".

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo