venerdì, 25 settembre 2020

Radio Sole News

Lite con accoltellamento a Vittoria davanti ad una scuola pubblica
Certificati medici per false invalidità, condannato medico legale che era consulente di fiducia della Procura iblea e del Tribunale di Ragusa
Marsala, bidello arrestato dai Carabinieri per abusi sessuali su una minorenne
 
99 i positivi in provincia di Ragusa, fra loro una neo-mamma. Negativo il neonato
 
Lotta al cyberbullismo e dipendenza da internet: la terza panchina gialla sarà posta a Terrasini
Assenza: “Ecco una epidemia… virtuosa”  
Coronavirus: Asp Ragusa, distribuiti 4500 test rapidi nasofaringei

 

14 settembre 2020

 

Dura accusa del sindaco di Modica, Ignazio Abbate, alla sanità siciliana. Dal suo profilo Facebook, infatti, il sindaco denuncia: "lo scorso maggio l’Assessorato alla Sanità aveva dichiarato che tutti gli ospedali siciliani sarebbero diventati 'ospedali Covid', cioè in grado di poter assolvere contemporaneamente sia ai compiti 'tradizionali' che a quelli legati alla nuova emergenza sanitaria. Intento rimasto solo nell’ordine delle idee e delle buone intenzioni. Nei fatti, col passare delle settimane, sono state trasformate in strutture 'specializzate' solo l’Arezzo di Ragusa e il Trigona di Noto. In pratica due ospedali virtualmente chiusi, inadeguati ad ospitare pazienti di qualsiasi tipo, a maggior ragione se malati di Covid".

 

"Quello che sta succedendo all’Ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa- dichiara- è uno specchio della realtà che siamo costretti ad affrontare in qualità di residenti della provincia iblea. Un focolaio di contagi tra personale sanitario mai visto, che da un lato fa aumentare la preoccupazione tra la popolazione e dall’altro mette a nudo tutta l’inadeguatezza dei protocolli di sicurezza e della stessa struttura. Ad oggi, un cittadino positivo al Covid di Modica, di Scicli, di Vittoria, di Comiso o di qualsiasi altro comune ibleo che deve essere ricoverato in rianimazione è costretto ad essere trasportato a Siracusa o a Catania con ulteriore aggravio di disagi e preoccupazione per i familiari. Era questo quello che all’Assessorato alla Salute intendevano con la trasformazione di tutti gli ospedali in ospedali Covid? Da responsabile della salute della mia Città devo denunciare pubblicamente che in Provincia di Ragusa non esiste un solo posto letto di rianimazione cui poter appoggiare un malato di Covid. E’ una situazione gravissima che non si può tollerare. Le responsabilità politiche, a prescindere dal colore, sono palesi. Invito, ancora una volta, il Presidente della Regione ad intervenire urgentemente per ripristinare la sicurezza sanitaria nella provincia iblea, sicurezza che oggi viene palesemente negata". 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo