lunedì, 25 gennaio 2021

Radio Sole News

Vittoria, il Comune annuncia un presidio nell'isola pedonale di Via Cavour
Vittoria: scontro tra un camion e un furgone in via Colonnello Coria
Isola pedonale di via Cavour, lettera aperta di Aiello alle autorità preposte
Dipasquale: Musumeci rifiuta confronto anche con alleati. Pd sosterrà ordine del giorno Lega per revoca zona rossa
Zona rossa in Sicilia, la Lega chiede a Musumeci di rivalutare la situazione. Razza: "serve per tornare prima alla vita ordinaria"
Elezioni: caos a Vittoria, San Biagio e Tremestieri Etneo. Nota della vicepresidente dell’Ars

 

12 gennaio 2021

 

La scelta della Regione di chiudere le scuole elementari e medie per tutta la settimana in corso fa registrare la presa di posizione del candidato a sindaco di Vittoria, Piero Gurrieri. Dopo aver pubblicato il pensiero dei candidati Salvatore Di Falco e Salvo Sallemi (qui il precedente articolo:  

 Rientro a Scuola, l\'opinione dei candidati a Sindaco Di Falco e Sallemi) andiamo oggi a conoscere quello del candidato Gurrieri.

 

"Ho auspicato- ha detto- questi provvedimenti da tempo. Sarebbe stato meglio proseguire in Dad quelle settimane prima di Natale, ma la politica è sempre nemica del buonsenso e della gente. Ci sarà tempo per parlare di politica -aggiunge-, ora no. Ora è il tempo della responsabilità. Altri pensano alle elezioni, il loro chiodo fisso. Sappiamo quant'è urgente per Vittoria un'amministrazione di persone oneste e serie, ma se non ci sarà responsabilità non si potranno tenere le elezioni. Non servirà a nulla chiudere le scuole se noi adulti non eserciteremo un controllo sui ragazzi, se le strade continueranno ad essere affollate, se continueranno le passeggiate per far ritorno a casa senza essere nemmeno entrati in un negozio. Se continueranno i comportamenti irresponsabili di una parte della città. Che ci hanno fin qui condannati, insieme agli errori della politica. Io e la mia coalizione- aggiunge- ci fermeremo per il tempo necessario. Daremo, ancora, l’esempio, senza curarci di chi, in piena pandemia, ha continuato (e continuerà) ad organizzare comizi ed incontri elettorali. Prima di tutto la città, chiedendo al Governo della Regione che dia aiuti e ristori alle attività chiuse e limitate, ma anche alle famiglie perché non tutti possono rimanere a casa a badare ai bambini, e che programmi con priorità una vaccinazione di massa per studenti e docenti delle Scuole, perché possano riaprire in sicurezza”. 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo