giovedì, 04 marzo 2021

Radio Sole News

Rinviate le elezioni amministrative anche nei comuni sciolti per mafia. Fra questi anche Vittoria
Asp 7: confermati gli oltre 100 casi di "variante inglese" in provincia di Ragusa
Depurazione: a Scoglitti nuova progettazione su rete fognaria, ora complessivi 44 chilometri
Comiso: rifiuti non conformi se fuori dai mastelli, scatta la "non conformità"
Governo Draghi verso il rinvio di tutte le elezioni, coinvolta anche Vittoria?
Pon Legalità: 7 milioni di finanziamento per 6 comuni iblei

25 gennaio 2021

 

Francesco Aiello, candidato sindaco di Vittoria, ha scritto una lettera aperta urgente al Prefetto, al Questore, al Comandante provinciale dei Carabinieri ed al Procuratore della Repubblica ed al Comandante della Polizia Municipale di Vittoria per denunciare “ciò che accade in un quartiere di Vittoria, esattamente il tratto di via Cavour chiuso al traffico dove è ubicata la Scuola Vittoria Colonna, meglio nota come Scuole Nuove”.

 

“Lì- si legge nella lettera- gli episodi criminali posti in essere da una microcriminalità sempre più agguerrita, invasiva e pericolosa, hanno messo a soqquadro l'intero quartiere, terrorizzando con azioni e comportamenti minacciosi e distruttivi tutti gli abitanti e quanti ‘osano’ passare durante i loro raid, ormai in tutte le ore del giorno, ma con particolare irruenza nelle ore serali e durante la notte, nonostante i divieti imposti dalla decretata zona rossa, che nella città di Vittoria, viene imposta esclusivamente alle persone perbene, alle categorie di lavoratori che stanno pagando con conseguenze gravissime e irreversibili, l'impossibilità di lavorare. In ogni occasione, ivi compresa quella in cui io stesso e chi mi stava vicino abbiamo subito una aggressione verbale e quasi fisica per impedire che si svolgesse un comizio elettorale regolarmente autorizzato, quando ciò era possibile, utilizzando persino lo strumentino della sospensione dell'erogazione di energia elettrica in tutto il quartiere, gli interventi delle forze dell'ordine, sono stati tardivi, deboli e inefficaci. Quello che è accaduto la notte scorsa, ha superato ogni limite, la gente si rivolge a me che sono solo un candidato sindaco. Nello stesso tempo, qualcuno che non riesce più a subire soprusi, angherie e minacce, rischia di avventurarsi in azioni che potrebbero compromettere la sua stessa libertà individuale. Chiedo un Vostro immediato intervento che possa porre fine a questo terribile stato di cose, a meno che, non mi si dica che in Italia, la legge si è arresa e la criminalità ha assunto la guida del Paese. Mi rifiuto di crederlo e persino di pensarlo”.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo