venerdì, 03 dicembre 2021

Radio Sole News

Vittoria: anche i condannati fra i "furbetti" del reddito di cittadinanza
Vittoria: tromba d’aria a Scoglitti, intervento del Sindaco
  Altre
Maltempo, ancora danni in provincia di Ragusa
Accoltella la moglie, arrestato un 54enne di Belpasso
Giovane sfregiato al volto sabato notte a Vittoria. Indagini in corso
Gela: abusi sessuali su minore in parrocchia, fermato un uomo

31 maggio 2021

 

Un altro sfregio è stato fatto alla collettività vittoriese. Qualcuno, nottetempo, ha imbrattato con frasi ingiuriose, i disegni che primeggiano sui muri della Fontana della Pace, realizzati da artisti locali.  I graffiti erano stati realizzati in occasione del forum contro le mafie promosso dall’associazione “Libera” di Don Luigi Ciotti. 
I murales sono stati deturpati dall’azione scriteriata di alcuni soggetti che hanno voluto colpire la città attraverso una delle raffigurazioni più in vista tra gli ingressi urbani. “Abbiamo la sensazione che una sequela di atti vandalici che stanno scandendo la cronaca di queste ultime settimane non sia affatto casuale, ma che abbia come fine ultimo quello di creare un clima di violenza e di contrapposizione feroce alle istituzioni locali. Vittoria non può essere identificata con questi soggetti turbolenti, che  hanno come unica finalità quella di creare il panico tra la cittadinanza. La maggior parte dei vittoriesi è fatta da persone perbene, laboriose, costruttori di innovazione e progresso e non possono essere ostaggio dell’azione criminosa di tali individui. Facciamo appello a tutti i cittadini che vedono soggetti appiccare il fuoco ai sacchetti della spazzatura o deturpare edifici pubblici o privati, a denunciare alle autorità competenti per contrastare tali e inqualificabili gesti e fare emergere invece, il senso civico presente in questa città”, - ha sottolineato la Commissione straordinaria.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo