martedì, 21 settembre 2021

Radio Sole News

Malore in mare, muore bagnante a Caucana
Marina di Ispica: travolge un ciclista e scappa, si costituisce il responsabile
Amministrative Vittoria: 4 candidati a sindaco e 312 candidati al Consiglio Comunale
Stroke unit dell’ospedale Guzzardi riconfermato centro ORO - programma ESO-Angels Awards
Sicilia: arrivano oggi altri 55.300 vaccini Moderna.
Vittoria e Comiso non sono più "zona arancione". Il provvedimento rinnovato solo a Francofonte

 

23 agosto 2021

 

Dal 24 agosto nei comuni di Acate, Chiaramonte Gulfi, Comiso, Ispica e Vittoria sarà obbligatorio indossare le mascherine anche all'aperto in presenza di molte persone. Lo stabilisce la nuova ordinanza regionale in materia di contenimento della pandemia Covid che entrerà in vigore da martedì fino al 6 settembre compreso.

L’ordinanza della Regione Siciliana prevede un tavolo permanente tra Asp e sindaci per raggiungere i target di immunizzati, l’utilizzo di mascherine all’aperto nei contesti di presenza di molti cittadini (come le strade) e che ribadisce il divieto di assembramento in pubblico e le misure di contenimento per gli eventi privati (tampone nelle 48 ore antecedenti).

 

Per i comuni di Barrafranca e Niscemi, inoltre, su proposta delle Asp competenti, è stata disposta la più gravosa misura della zona arancione (secondo quanto previsto dalle disposizioni nazionali) alla luce del numero preoccupante dei contagi. Le restrizioni sono state definite “necessarie” per fermare l’avanzata del covid, che ha ha fatto balzare l’Isola al primo posto in Italia per contagi. L’Asp, inoltre, potrà compiere tutti gli atti necessari a reperire personale amministrativo e medico necessario per attivare la vaccinazione decentrata e a domicilio. Infine, la stessa azienda sanitaria monitorerà l’efficacia delle misure adottate. Alla scadenza del 6 settembre, in caso di mancata progressione del numero di vaccinati (almeno in prima dose) e in presenza di una incidenza dei contagi superiore a 250 casi per 100.000 abitanti, potranno essere disposte ulteriori misure di contenimento. Dunque questo modello, che inizia con 55 comuni siciliani, potrà essere adottato anche in altri casi. 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo