venerdì, 22 ottobre 2021

Radio Sole News

Vittoria: sindrome infiammatoria multiorgano post Covid, due casi trattati in Pediatria
Potrà curarsi nella sua Vittoria una bimba di appena 4 anni
Vittoria: terza dose per il centenario sign. Buonafede
Vittoria: ancora una volta giornalisti nel mirino, nota di Assostampa e solidarietà di Radio Sole al collega La Lota
Vittoria: ancora una volta giornalisti nel mirino, nota di Assostampa e solidarietà di Radio Sole al collega La Lota
Vittoria: fiamme nella notte in via F.lli Bandiera, distrutte due auto

23 settembre 2021

 

"La presenza dello Stato in un territorio come Gela è importantissima. E' un territorio che ha pagato moltissimo e lo Stato deve essere presente fisicamente, non solo in occasione di ricorrenze ma giorno per giorno con le sue istituzioni che devono fare squadra insieme”. L'ha detto il capo della polizia Lamberto Giannini, a Gela, in occasione di una visita in provincia di Caltanissetta. 

Dopo l'incontro con alcuni funzionari di polizia nella sala "Emanuela Loi" della questura di Caltanissetta, Giannini, accompagnato dal questore Emanuele Ricifari, ha partecipato al convegno "Vivere e testimoniare la legalità", organizzato presso la sede dell'associazione antiracket "Gaetano Giordano", a Gela. Il Capo della Polizia si è poi recato nell'area archeologica "Mura Timoleontee" di Capo Soprano, dove insieme al prefetto di Caltanissetta Chiara Armenia e ai questori della regione ha assistito all'esibizione "Note di legalità" della Banda musicale della Polizia di Stato.  L'evento, al quale ha partecipato anche la signora Franca Evangelista, vedova dell'imprenditore Gaetano Giordano, vittima del racket, ha riscosso successo tra i cittadini. La Banda è stata diretta dal maestro Maurizio Billi, mentre il soprano nisseno Liliana Aiera ha intonato alcune arie. Il presidente dell'associazione antiracket Renzo Caponetti, prima del concerto, dal palco ha ripercorso il tortuoso avvio dell'associazione con gli attentati e le uccisioni dei commercianti gelesi. L'associazione da allora ha collaborato con la polizia e con tutte le forze dell'ordine per combattere le consorterie mafiose.  Franca Evangelista, moglie del commerciante Gaetano Giordano, ucciso nel 1992 dalla mafia, dal palco ha raccontato la sua dura esperienza. (Fonte ANSA Sicilia) 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo