sabato, 25 giugno 2022

Radio Sole News

“Sulle ali della libertà”, premio di poesie in memoria di Alessandro Fariello
Bonus Sicilia: contributi a fondo perduto per imprese ricadenti nel territorio del GAL Terra Barocca. Domande dal 20 maggio al 6 giugno
Vigili del Fuoco recuperano capodoglio spiaggiato a Scoglitti
Vittoria, sabato la premiazione di ‘Ti POrto con me’ in memoria di Alessio e Simone D’Antonio
"Volevo vendicarmi della comunità vittoriese", così l'assassino di Bruna
Vittoria, Consiglio Comunale compatto: nuovo indirizzo per le zone blu

 

26 gennaio 2022

Approvata la delibera di Giunta comunale per il servizio di mensa scolastica per gli alunni della Scuola dell'infanzia e primaria a tempo pieno. Previste quattro fasce di reddito e  sarà necessario l'attestato Isee delle famiglie per individuare la tariffazione specifica per ogni famiglia in rapporto 
all’indicatore della situazione economica equivalente. Il servizio per il confezionamento e distribuzione dei cibi è affidato a una ditta esterna e il menù è certificato dall'ASP di Ragusa. L’amministrazione comunale, effettuerà periodicamente dei controlli sulla salubrità dei cibi somministrati ai bambini. “L'Amministrazione comunale insediatasi il 27 ottobre scorso ha fatto di tutto per rendere meno pesante il disagio fin qui provocato,- commenta l’assessore alla Pubblica Istruzione Filippo Foresti-  accelerando i tempi istituzionali previsti per l'istituzione della mensa, tenuto conto che la Commissione straordinaria  non aveva predisposto nulla, se non la scelta di ricorrere a una gara per concessione esterna, rilevata la non adeguatezza dei tre centri cucina comunali rispetto alle norme anti-covid vigenti. Precedentemente  erano previste solo due fasce di reddito per le famiglie richiedenti la mensa  e un esiguo e insufficiente fondo per sostenere le famiglie disagiate”. Secondo l’assessore alla Pubblica Istruzione Filippo Foresti “sarebbero stati necessari non meno di sei mesi per l'espletamento di una gara per concessione  da parte della Centrale unica di committenza (CUC), che avrebbe prodotto il risultato di una mensa scolastica riservata a poche famiglie, dato l'alto costo dei ticket pasto, in contrasto con la specificità della Scuola dell'obbligo”.
“La nostra è un’Amministrazione del fare che dedica particolare attenzione al mondo scolastico e al diritto all’istruzione e all’educazione delle nuove generazioni” – ha commentato il Sindaco Francesco Aiello. 
Il servizio sarà operativo a partire dal prossimo febbraio per concludersi il 31 maggio.

Queste le fasce previste:

Per reddito Isee inferiore a 2.652,00 il costo del pasto a carico dell'utenza è di 0,52 euro IVA inclusa al 4%

Per reddito Isee da 2.653,00 a 10.000,00 il costo del pasto a carico dell'utenza è di 1,56 euro IVA inclusa al 4%

Per reddito Isee da 10.001,00 a 16.000 il costo del pasto a carico dell'utenza è di 2,60 euro IVA inclusa al 4%

Per reddito Isee da 16.001,00  il costo del pasto a carico dell'utenza è di 3,12 euro IVA inclusa al 4%

 

 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo