venerdì, 09 dicembre 2022

Radio Sole News

Ascoltaci a Gela
In FM 91.5 - 104.5, su WEB, Smartphone o Iphone http://radioplayer.eu/2020/radiosole/, su www.radiosole.eu e con Alexa Info 0932 861846, SMS, WhatsApp e Telegram 331 340 4213
Ascoltaci a Comiso
  In FM 91.5 - 104.5, su WEB, Smartphone o Iphone http://radioplayer.eu/2020/radiosole/, su www.radiosole.eu e con Alexa Info 0932 861846, SMS, WhatsApp e Telegram 331 340 4213
Ascoltaci a Vittoria
In FM 91.5 - 104.5, su WEB, Smartphone o Iphone http://radioplayer.eu/2020/radiosole/, su www.radiosole.eu e con Alexa Info 0932 861846, SMS, WhatsApp e Telegram 331 340 4213
“Sulle ali della libertà”, premio di poesie in memoria di Alessandro Fariello
Bonus Sicilia: contributi a fondo perduto per imprese ricadenti nel territorio del GAL Terra Barocca. Domande dal 20 maggio al 6 giugno
Vigili del Fuoco recuperano capodoglio spiaggiato a Scoglitti

 

26 gennaio 2022

 

Scatta lunedì 31 la protesta dell'imprenditore vittoriese Fabrizio Licitra contro le lobby della vendita delle case all'asta al prezzo cosiddetto vile. Licitra inizierà infatti un nuovo sciopero della fame e della sete davanti alla prefettura di Ragusa. Le sue prime richieste sono di incontrare il prefetto di Ragusa, il presidente della Regione e il ministro della Giustizia. Lo stesso Licitra e la sua famiglia sono stati recentemente vittime di una vendita all'asta di un immobile l'unico che possedeva ceduta a un prezzo vile. Già ben prima di questo evento privato, però, l'uomo è diventato il simbolo dell'opposizione al miserabile mercato delle case, acquistate da cordate al cui interno, come lo stesso ha più volte denunciato,  gravitano personaggi di ogni genere con importanti disponibilità economiche che acquistano a prezzi ridicoli per poi rivendere al costo di mercato.

 

AGGIORNAMENTO: Licitra è già stato contattato dal senatore Pisani (Movimento 5 stelle) il quale gli ha comunicato che il 21 febbraio avrà, on line, un incontro con il sottosegretario Macina. Licitra resta ora in attesa di comunicazioni da parte del Prefetto e del Presidente Musumeci. In caso contrario, da lunedì inizierà comunque lo sciopero della fame. 

 

(Nella foto: Licitra quando, nel 2017, dopo 15 giorni di sciopero della fame, viene portato via in barella. Smetterà solo al 18° giorno. Anche in quel caso protestava contro il meccanismo perverso delle aste giudiziarie, mentre l'agricoltura è in crisi. ) 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo