sabato, 25 giugno 2022

Radio Sole News

“Sulle ali della libertà”, premio di poesie in memoria di Alessandro Fariello
Bonus Sicilia: contributi a fondo perduto per imprese ricadenti nel territorio del GAL Terra Barocca. Domande dal 20 maggio al 6 giugno
Vigili del Fuoco recuperano capodoglio spiaggiato a Scoglitti
Vittoria, sabato la premiazione di ‘Ti POrto con me’ in memoria di Alessio e Simone D’Antonio
"Volevo vendicarmi della comunità vittoriese", così l'assassino di Bruna
Vittoria, Consiglio Comunale compatto: nuovo indirizzo per le zone blu

 

11 febbraio 2022

 

"L’associazione Donne a Sud di Vittoria, da sempre lontana da partiti e gruppi politici di qualsiasi natura, non può esimersi, però, dallo stigmatizzare il comportamento che un consigliere della maggioranza ha assunto in aula nei confronti di una collega".

Inizia così una nota dell'associazione Donne a Sud che interviene su quanto accaduto nel corso dell'ultima seduta del consiglio comunale di Vittoria.

"Riteniamo- aggiungono- che si sia assistito ad uno spettacolo indecoroso, ed esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza alla consigliera Sara Siggia, apostrofata con un sessista e decisamente poco elegante 'va lava i piatti', o qualcosa del genere.

Un’espressione infelice, non educata e offensiva, sebbene tutti noi, uomini e donne, ogni giorno a casa laviamo i piatti senza problemi, e c’è anche chi lo fa per vivere, perché è un lavoro dignitoso come tutti gli altri.

Quella frase detta in quel modo, in quel contesto, con quel tono, non poteva certo essere un invito elegante. Denota, altresì, un substrato culturale fatto proprio di quegli stereotipi e luoghi comuni che la nostra associazione, sin da quando è nata, prova a contrastare e a sradicare. E non ci si venga a dire che il consigliere avrebbe usato la stessa frase anche nei confronti di un collega uomo, perché non siamo nate ieri e non ci crediamo nella maniera più assoluta. Il nostro augurio è che, da questo momento, nell’aula consiliare della nostra città si parli solo di progetti e futuro, e la si smetta di far volare offese tali che anche i nostri antenati proverebbero vergogna nel sapere che siamo ancora a questo punto dell’evoluzione. Auspichiamo, infine, che il consigliere in questione, qualora non l’abbia ancora fatto, chieda pubblicamente scusa alla collega Siggia".

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo