sabato, 25 giugno 2022

Radio Sole News

“Sulle ali della libertà”, premio di poesie in memoria di Alessandro Fariello
Bonus Sicilia: contributi a fondo perduto per imprese ricadenti nel territorio del GAL Terra Barocca. Domande dal 20 maggio al 6 giugno
Vigili del Fuoco recuperano capodoglio spiaggiato a Scoglitti
Vittoria, sabato la premiazione di ‘Ti POrto con me’ in memoria di Alessio e Simone D’Antonio
"Volevo vendicarmi della comunità vittoriese", così l'assassino di Bruna
Vittoria, Consiglio Comunale compatto: nuovo indirizzo per le zone blu

22 marzo 2022

 

In occasione del trentesimo anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio, nella giornata di domani il Questore di Ragusa, Giusy Agnello, consegnerà a S.E. il Vescovo di Ragusa, Mons.  Giuseppe La Placa, delle bottigliette contenenti l’olio ottenuto dal raccolto degli ulivi piantumati nel luogo  dove il  23 maggio 1992 avvenne l’attentato al magistrato antimafia Giovanni Falcone. L'appuntamento è per le 11,30 nel salone di rappresentanza del Vescovado. Nelle stragi, lo ricordiamo, persero la vita  i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, e ancora Francesca Morvillo e  i poliziotti incaricati della loro tutela  (Antonio Montinaro, Rocco Di Cillo, Vito Schifani, Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Vincenzo Li Muli, Claudio Traina ed Emanuela Loi). 

L’idea di raccogliere il frutto degli ulivi ad opera dell’associazione denominata “Quarto Savona 15” (sigla radio dell’auto del caposcorta Antonio Montinaro), animata dalla vedova del capo scorta, Tina Montinaro, per ricavarne dell’olio da donare alla Chiesa Siciliana - che ha accolto con entusiasmo la proposta – è  partita dalla Questura di Palermo, in collaborazione con l’Associazione anzidetta, con l’intento di  lanciare un messaggio di speranza per la terra siciliana che è stata bagnata dal sangue di tante vittime della violenza mafiosa.

Le ampolle d’olio,  distribuite tramite le Questure Siciliane ai Vescovadi,  nella giornata del Giovedì Santo, durante la Messa Crismale, saranno consacrate per utilizzare l’Olio consacrato da parte di  tutte le diocesi della Sicilia nel corso dell’anno liturgico.

Un gesto di grande significato per la Sicilia ed i siciliani, come se il frutto nato dalla terra bagnata del sangue di martiri della giustizia possa assurgere a simbolo di redenzione, contemporaneamente diventando segno per tutti i siciliani dell’autenticità e profondità del sentimento religioso, che mai deve perdere di vista la radicalità del messaggio evangelico. 

Anche la Questura di Ragusa vuole dare risalto all’evento e nella mattinata di domani diverse ampolle verranno consegnate al Vescovo di Ragusa, in una sobria cerimonia, che avrà luogo alla presenza delle autorità civili e militari, in un toccante momento di condivisione di impegno civile e religioso.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo