giovedì, 08 dicembre 2022

Radio Sole News

Ascoltaci a Gela
In FM 91.5 - 104.5, su WEB, Smartphone o Iphone http://radioplayer.eu/2020/radiosole/, su www.radiosole.eu e con Alexa Info 0932 861846, SMS, WhatsApp e Telegram 331 340 4213
Ascoltaci a Comiso
  In FM 91.5 - 104.5, su WEB, Smartphone o Iphone http://radioplayer.eu/2020/radiosole/, su www.radiosole.eu e con Alexa Info 0932 861846, SMS, WhatsApp e Telegram 331 340 4213
Ascoltaci a Vittoria
In FM 91.5 - 104.5, su WEB, Smartphone o Iphone http://radioplayer.eu/2020/radiosole/, su www.radiosole.eu e con Alexa Info 0932 861846, SMS, WhatsApp e Telegram 331 340 4213
“Sulle ali della libertà”, premio di poesie in memoria di Alessandro Fariello
Bonus Sicilia: contributi a fondo perduto per imprese ricadenti nel territorio del GAL Terra Barocca. Domande dal 20 maggio al 6 giugno
Vigili del Fuoco recuperano capodoglio spiaggiato a Scoglitti

07 aprile 2022

 

E’ in terapia intensiva il ragazzo di 14 anni gravemente ferito martedì pomeriggio, insieme al suo amico di 15 anni, nell’esplosione avvenuta a Ispica. Il quattordicenne è ricoverato in prognosi riservata nell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale Cannizzaro di Catania. Qui era stato trasferito dopo gli accertamenti eseguiti al Trauma Center e a seguito del complesso intervento chirurgico necessario al trattamento delle lesioni causate dallo scoppio. L’operazione, che ha coinvolto anche oculisti e ortopedici, oltre agli anestesisti, ha visto in particolare intervenire congiuntamente neurochirurghi e chirurghi plastici, con riferimento ai danni riportati alle braccia, al volto e alla testa. “Le condizioni cliniche del minore – dichiara il medico Salvatore Cicero – restano critiche, anche se l’intervento piuttosto complesso è tecnicamente riuscito”.

Il quindicenne, invece, si trova ricoverato al Policlinico, sempre a Catania. Le sue condizioni sono giudicate stabili dai medici a seguito dell’intervento chirurgico al quale è stata sottoposto nelle scorse ore. 

 

L’esplosione, lo ricordiamo, si era verificata nel primo pomeriggio di martedì scorso ad Ispica. I due ragazzini si erano introdotti in un’ex deposito di fuochi d’artificio e, secondo una prima ricostruzione, probabilmente hanno appiccato le fiamme a della polvere esplosiva rimasta sul luogo.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo