mercoledì, 25 maggio 2022

Radio Sole News

Morire in solitudine, in ospedale, ai tempi del Covid. Lettera-appello dei parenti di un paziente deceduto
Lauda Europe, gruppo Ryanair, seleziona assistenti di volo a Comiso
11 maggio 2022   Sono state programmate per venerdì 13 e sabato 14 maggio a Comiso due giornate di recruiting per nuovi assistenti di volo che saranno effettuati da Lauda Europe, compagnia del gruppo Ryanair.   Le selezioni sa...
Comiso: finanziato per un milione e duecento mila euro il miglioramento sismico della scuola dell’infanzia “G. Mazzini”
Vittoria, Scuderi: "ci sono anche io fra gli indagati a causa di una multa per divieto di sosta"
Non hanno pagato tasse comunali, 10 consiglieri indagati a Vittoria
Ragusa: anziano si allontana da casa facendo perdere le tracce. Ritrovato dalla Polizia, che lo riaccompagna a casa sano e salvo

08 aprile 2022

 

"Sin dai primi giorni del nostro insediamento, insieme al sindaco Francesco Aiello e al soprintendente per i Beni Culturali e Ambientali di Ragusa, Antonino De Marco, avevamo effettuato un sopralluogo. Precisamente giorno 11 Dicembre scorso abbiamo visitato le Grotte sotto la Piazza del popolo per constatare lo stato in cui versano". Inizia così la nota dell'assessore Giuseppe Nicastro che replica così alle polemiche sulla rimozione degli alberi di Piazza del Popolo e all'annuncio di Piero Gurrieri (Movimento 5 Stelle) di voler coinvolgere la Procura. 

 

"Occorre rammentare- dichiara ancora Nicastro- come lo sdradicamento di tali specie arboree, e il loro repentino ricollocamento in altre zone idonee della città, non è una scelta di decoro urbano ma una necessità di messa in sicurezza, avallata anche dal parere positivo della Soprintendenza. Negli anni, infatti, lo sviluppo delle radici di tali specie arboree ha messo in serio pericolo l’incolumità pubblica. Sotto la pavimentazione della piazza insistono, infatti, delle grotte e delle gallerie, che sono state pesantemente danneggiate dalle radici stesse. Queste ultime,  hanno creato danni abnormi alla pavimentazione, generando un pericolo di dissesto che se persistente causerebbe l’esclusione di Piazza di Popolo. Senza dimenticare i debiti fuori bilancio generati dai contenziosi insorti in seguito ai danni fisici provocati dalla pavimentazione dissestata ai nostri concittadini. La rimozione e il ricollocamento degli Alberi erano quindi una scelta quindi improcrastinabile".

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo