mercoledì, 12 giugno 2024

Radio Sole News

Omicidio Russo a Vittoria, la versione dell'omicida reo-confesso
05 marzo 2024 Nessuna questione di droga o situazioni legati ad ambienti malavitosi. Alla base dell'omicidio consumato martedì sera a Vittoria, in via Colle d'Oro, ci sarebbero solo dissidi personali fra l'omicida e la vittima.  Così Alex V...
Facebook e Instagram in down. Il blocco in Italia, ma non solo
05 marzo 2024 Facebook e Instagram hanno smesso di funzionare dalle ore 16 di oggi. Migliaia di utenti in Italia, e non solo, stanno segnalando problemi di accesso, non riescono ad aprire i social. Quando provano a entrare sul browser e sull'...
Omicidio a Vittoria, in via Colle d'Oro
27 febbraio 2024 Un giovane è stato assassinato a Vittoria nella serata di oggi. Erano circa le 21.30 quando le forze dell'Ordine sono intervenute per un omicidio consumato all'interno di un'abitazione di via Colle d'Oro, nel quartiere Cell...
Damiano Vindigni nominato presidente Regionale del Tavolo Lavoro Giovani di FIAVET
27 febbraio 2024 Il vittoriese Damiano Vindigni, professionista nel settore del turismo e della promozione del territorio, è stato nominato presidente Regionale del Tavolo Lavoro Giovani di FIAVET (Federazione Italiana Associazioni Imprese Via...
Operazione anti-caporalato “Free Work” ad Ispica: arrestati 3 imprenditori ed eseguito sequestro preventivo per 850.000 euro
27 febbraio 2024 Nella mattinata di oggi i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Ragusa e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Ragusa hanno dato esecuzione ad un’ordinanza emessa dal GIP presso il Tribunale di Ragus...
Vittoria, ripristinata la postazione 118 sulla Vittoria-Scoglitti
21 febbraio 2024 L'ASP di Ragusa rende noto il ripristino della postazione del 118 di Vittoria, denominata "Romeo Mike 6", nello stradale per Scoglitti. I locali, lo ricordiamo, nel gennaio dello scorso anno erano stati interessati da un in...
Il Comune di Vittoria è stato condannato al pagamento di 1.2 milioni di euro in quanto ritenuto responsabile di un incidente stradale che, nel 2013, costò la vita ad un uomo. Secondo la Polizia Municipale si era trattato di un incidente autonomo, ma per i familiari alla base del sinistro vi era una buca non segnalata. Gli stessi, qualche tempo dopo, si sono rivolti allo studio dell’avvocato Giuseppe Nicosia. Quest’ultimo all’epoca dei fatti era proprio il sindaco di Vittoria. Una perizia cinematica, effettuata con tecniche molto sofisticate, prova che a provocare l’incidente è stata proprio quella buca non segnalata che, specie in un giorno di pioggia in cui era meno visibile, si è trasformata in una trappola mortale. «Quella perizia- dichiara l’avvocato Nicosia- ci convinse che i parenti avevano ragione. Avviare l’azione legale era dovuto a quella famiglia, alla vedova e agli orfani». In una prima fase si chiede al comune una transazione. Il comune rigetta la richiesta. Questo avviene nel 2019, negli anni della gestione commissariale. Il giudice del tribunale di Ragusa accoglie la richiesta degli avvocati Anna Iachella e Giuseppe Nicosia e ordina una nuova perizia. Il comune viene rappresentato in giudizio dagli avvocati Giovanni Giardina e Monica Lo Piccolo. Anche quest’ultima conferma quanto stabilito dalla perizia di parte ed emette la sentenza nel luglio scorso. Quando questa viene notificata al comune, la notizia si diffonde e suscita un certo clamore. L’attuale sindaco Francesco Aiello accusa il suo predecessore perché avrebbe patrocinato una causa contro il comune per una vicenda che, come detto, riguarda proprio il periodo in cui egli era sindaco. La sentenza è comunque esecutiva: il comune deve pagare 875.000 euro. L’ente ricorre in appello e chiede la sospensione che viene rigettata. Per il giudizio di appello si dovrà attendere ancora, ma intanto il giudice ha stabilito che il comune deve pagare entro il termine stabilito di 120 giorni. Trascorso tale tempo si attende ancora. Infine, si decide di chiedere il pignoramento della somma di 1,2 milioni di euro presso l’ente. Ora la palla è passata nelle mani del giudice dell’esecuzione che deve far sì che il comune ottemperi alla richiesta e paghi quanto stabilito dalla sentenza. Nel giudizio di esecuzione il comune ha incaricato l’avvocato Carmelo Di Paola. Proprio questo incarico, per le modalità con cui è stato deciso, è tra i provvedimenti rilevati nella relazione dell’ispettore regionale Francesco Riela che ora, con una nuova ispezione disposta dalla regione il 16 marzo scorso, sta continuando gli accertamenti al comune di Vittoria, insieme al collega Antonio Sajeva. «La sentenza è stata emessa da un tribunale e in tutta Italia le sentenze di un tribunale vanno eseguite” commenta Nicosia. “Abbiamo atteso ben oltre il tempo dovuto e abbiamo avviato la procedura di pignoramento. Questa sentenza è un atto di giustizia nei confronti dei familiari della vittima. Essa ha stabilito che non ci furono responsabilità degli uffici, ma la responsabilità dell’ente è oggettiva ed è dovuta all’insidia stradale, un fatto oggettivo. Il giudice lo ha riconosciuto. Non c’è altro da commentare. Questa è una vicenda squisitamente giuridica. Per il resto, Aiello continua a minacciare querele. Le ha annunciate e proposte ad agosto/ settembre quando è stata pubblicata la sentenza e tali denunce, come prevedibile, sono state il solito buco nell’acqua. Non hanno avuto alcun esito”.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo