giovedì, 22 febbraio 2024

Radio Sole News

Vittoria, ripristinata la postazione 118 sulla Vittoria-Scoglitti
21 febbraio 2024 L'ASP di Ragusa rende noto il ripristino della postazione del 118 di Vittoria, denominata "Romeo Mike 6", nello stradale per Scoglitti. I locali, lo ricordiamo, nel gennaio dello scorso anno erano stati interessati da un in...
Vittoria, arrestato per un omicidio commesso nel 2017
21 febbraio 20201 I Carabinieri della Stazione di Scoglitti hanno arrestato, sabato scorso, un romeno di 28 anni. E' stato arrestato in esecuzione di un ordine per la carcerazione a seguito della condanna a 15 anni di reclusione. E' stato infa...
Frustrate a bimbo di 5 anni, arrestate madre e zia
21 febbraio 2024 Due donne di 23 e 28 anni, nigeriane, sono state arrestate dalla Polizia di Stato- Squadra Mobile di Catania- in quanto gravemente indiziate dei reati di maltrattamenti e lesioni personali pluriaggravate. Le indagini di...
Vittoria: danneggia un balcone e due auto e scappa
16 febbraio 20204 Un camion ha danneggiato questa mattina un balcone di un'abitazione e due auto in sosta in via Ruggero Settimo, all'altezza di via Matteotti. Il conducente ha proseguito la marcia senza fermarsi. Diverse le persone c...
Pirata della strada investe una donna a Vittoria. La signora non è grave
16 febbraio 20204 Un pirata della strada ha investito oggi a Vittoria una donna che stava camminando a piedi. L’incidente è avvenuto in via Cacciatori, all’altezza di via Palestro, poco prima di mezzogiorno. La signora non ha riportato trau...
Gela: 4 arresti, 9 denunce, chiusi 2 bar
I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gela nel corso di servizi straordinari di controllo del territorio disposti dal Questore della Provincia di Caltanissetta Pinuccia Albertina Agnello, la settimana scorsa, hanno tratto in arr...
La città di Vittoria ha ricordato ieri la Strage di San Basilio, 25 anni dopo quel terribile episodio che sconvolse la città. Il pomeriggio è iniziato con la celebrazione di una Santa messa in memoria di Turi Ottone, una delle due vittime innocenti assassinate solo perché presente all’interno del bar insieme all’amico Rosario Salerno. La celebrazione si è svolta nella Basilica di San Giovanni Battista. Dopo la messa, in accordo con i familiari di Salvatore Ottone e Rosario Salerno, su iniziativa di Libera, CGIL ed ANPI ed in collaborazione con altre realtà ed associazioni del territorio, si è svolto un momento esterno sempre in memoria dei due giovani. L’appuntamento si è svolto in Piazza del Popolo ed ha visto i partecipanti impegnati in un sit-in ricco di testimonianze, esperienze e segni “per fare memoria- hanno detto gli organizzatori- e rinnovare l’impegno contro le mafie e a favore di una società fondata sui valori del dialogo, della giustizia e della solidarietà”. Tantissimi anche i tifosi del Vittoria presenti che hanno anche acceso un fumogeno rosso e cantato in memoria del loro amico. A ricordare l’anniversario anche il Comune di Vittoria che ha scritto: “la sera del 2 gennaio del 1999 alcuni componenti di Cosa nostra fecero irruzione, sparando all’impazzata, all’interno del bar della stazione di servizio ESSO di via Cavalieri di Vittorio Veneto sulla Vittoria Comiso. Obiettivo dei killer era il reggente del clan della stidda vittoriese, Angelo Mirabella e alcuni esponenti affiliati al clan Dominante-Carbonaro. A morire, purtroppo furono anche due vittime incolpevoli, tifosi del Vittoria Calcio. Infatti, Salerno e Ottone si trovavano casualmente all’interno del locale e vennero crivellati dai colpi d’arma da fuoco”. “La strage di San Basilio- ha detto il sindaco che anche allora indossava la fascia tricolore- ha sconvolto l'intera comunità. In quegli anni, elementi appartenenti alla criminalità, in contrapposizione tra loro, avvilivano una città onesta e laboriosa, con gli scontri a fuoco. Quello del 1999 fu uno degli episodi più efferati. La risposta coraggiosa della popolazione, chiamata a reagire, fu immediata e massiccia, con una grande manifestazione organizzata dall’Amministrazione comunale. Quella manifestazione segnò un punto di svolta contro la criminalità organizzata. La città ha rialzato la testa, incoraggiata dalla massiccia presenza di cittadini, infondendo coraggio alla comunità. Per questo bisogna tenere vivo il ricordo di quell’episodio, nonostante siano trascorsi 25 lungi anni”.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo