domenica, 29 novembre 2020

Radio Sole News

Avviso dal Comune di Vittoria: problemi nella raccolta dell'umido per la giornata di domani
Sicilia zona gialla e Vittoria zona rossa, riflessioni di Piero Gurrieri
"Il cuore ci fa dire", Federica Molè ricorda il padre Gianni su Radio Sole
 
Comiso:avviso per assegnazione fondi ex Insicem a categorie colpite da crisi economica Covid
"Gente positiva in giro a fare shopping", la denuncia del Sindaco di Comiso
Il Questore dispone il respingimento di 25 tunisini sbarcati dalla nave quarantena “Azzurra”
Eseguito a Modica un ordine di esecuzione di carcerazione nei confronti di un cittadino straniero responsabile di violenza sessuale aggravata nei confronti di alcuni minorenni che non hanno nemmeno 14 anni. La vicenda trae origine dalle accurate indagini svolte da personale del Commissariato di Modica unitamente a quello della Squadra Mobile di Ragusa, svoltesi nel 2014 su segnalazione di due genitori di alunni di una scuola elementare di questo centro i quali asserivano che i propri figli avevano ricevuto attenzioni sessuali da un compagno di giochi più grande della loro età che frequentava il medesimo Istituto Scolastico. Le delicate indagini venivano condotte dai due uffici di Polizia al fine di accertare l’esatta dinamica della vicenda e finalizzate raccogliere i necessari elementi di responsabilità a carico del giovane di origini maghrebine, ma residente da anni a Modica ed all’epoca dei fatti minore. Dopo aver raccolto gli elementi necessari, usando la dovuta discrezione ed evitando di allarmare gli altri genitori dei compagni di scuola, veniva informato anche il personale docente della scuola al fine di verificare il coinvolgimento di eventuali altre vittime. Dettagliata segnalazione veniva inviata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Catania competente, stante la minore età di tutti i soggetti coinvolti. L'Autorità Giudiziaria, che condivideva pienamente quanto accertato dalla Polizia di Stato nel corso delle indagini, emetteva sentenza di condanna emessa dall’Ufficio dal GUP sempre del Tribunale etneo, riconoscendo colpevole l’odierno arrestato, autore del reato di violenza sessuale aggravata, condannandolo alla pena di anni 2 e mesi 6 di reclusione. La misura in questione è stata eseguita dagli agenti del Commissariato di Modica lo scorso 8 novembre e, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, l’arrestato, che ormai ha raggiunto la maggiore età, è stato accompagnato in una struttura carceraria. Il personale della Polizia di Stato ha condotto tale delicata indagine con le cautele del caso, sia per il luogo dell’evento che per la delicatezza della tematica sia, infine, per preservare la riservatezza dei minori coinvolti.

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo