martedì, 07 luglio 2020

Radio Sole News

Ocean Viking, Lorefice: “Ministero Salute attento a contenere i rischi per nostra comunità e migranti. No a polemiche sterili, sì alla collaborazione”
Comiso: intervento del Sindaco sulla fuga di migranti dal Centro Don Pietro
Covid-19, contagi di ritorno e migranti. Lettera aperta del direttore generale dell'Asp, Angelo Aliquò
Fuga di migranti da centri accoglienza ed hotspot, si temono contagi
Feriti un poliziotto ed un finanziere
Vittoria: giovane trovato morto in casa da alcuni amici
  06 luglio 2020   Un giovane di 36 anni di Vittoria è stato trovato morto in casa da alcuni amici con cui doveva trascorrere la serata. E' successo in una casa di via Senia a Vittoria, vicino al cinema Golden. Il ragazzo abitav...
Caltagirone: iniziativa dell’Amministrazione per immettere nell’economia locale oltre 10 milioni di euro
Anticipazione di liquidità per sostenere la ripartenza post Covid delle imprese

I Pepi sono stati ammessi ai domiciliari senza il braccialetto elettronico dal Gip del tribunale di Ragusa, Giovanni Giampiccolo. Antonio, Alessandro, Marco e Gaetano, in carcere da 9 mesi per l’omicidio dell’agricoltore vittoriese, Giuseppe Dezio, il 2 febbraio scorso, tornano a casa. Il giudice per le indagini preliminari si era espresso negativamente, qualche settimana fa, sulla scarcerazione senza il dispositivo elettronico, che consente di rilevare i movimenti degli indagati.

Ma i braccialetti non erano disponibili e adesso arriva questa nuova disposizione, a fronte del fatto che tra gli indagati e la famiglia Dezio non esiste alcuna faida e quindi non c’è pericolo di ritorsioni, oltre che per le precarie condizioni psico-fisiche degli  indagati e della famiglia, che stavano cadendo in uno stato depressivo. Il Gip ha imposto agli arrestati di non allontanarsi dalla propria abitazione e di non comunicare con persone diverse dai familiari e dal legale difensore. 

Podcast di Radio Sole

TROVACI SU:

logo profilo facebook  logo pagina facebook    logo gruppo facebook  logo twitter   logo youtube   feed

Sostieni la Radio

Grazie per il vostro contributo